rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Notizie SSC Napoli

Polito: "Io possibile sostituto di Giuntoli? Essere accostato al Napoli è motivo di orgoglio, ma non ne so niente"

Il direttore sportivo del Bari ha parlato in conferenza stampa delle voci sul suo futuro: "Posso garantire che a me personalmente non è stato detto niente. Non penso a quello che si dice. Può far piacere, ma davvero sono serenissimo"

"Io possibile sostituto di Giuntoli al Napoli? Sono una persona che guarda sempre al presente. Il futuro non ci appartiene perchè nella vita possono succedere tante cose. Che il mio nome sia accostato al Napoli è motivo di orgoglio. Vuol dire che qualcosa di buono abbiamo fatto negli anni. Posso garantire, però, che a me personalmente non è stato detto niente. Stamattina leggevo che mi hanno accostato anche all'Empoli. Vuol dire che magari qualcuno se ne accorge del lavoro che si fa, ma io sto veramente tanto bene qua. E sono veramente concentrato su un solo obiettivo, che è riportare la Serie A a Bari. Non penso a quello che si dice. Può far piacere, ma davvero sono serenissimo". Così il direttore sportivo del Bari Ciro Polito ha parlato in conferenza stampa delle voci sul suo futuro e dell'accostamento al ruolo di ds del Napoli in caso di addio al club partenopeo di Cristiano Giuntoli. 

"Il progetto futuro del Bari? Noi sappiamo che è una situazione sempre un po' al limite. Sappiamo che se raggiungessimo la Serie A la nostra proprietà, che è una proprietà solidissima, deciderà poi il futuro, che sarà sicuramente roseo. Questa proprietà sa chi è Ciro Polito. Sono due anni che lavoro con loro. Il mio è un ruolo particolare e preferisco farlo come lo faccio io, essendo una figura principale. Chi arriverà eventualmente dopo non è che può dire 'metto Polito nel pacchetto'. Se avrà il piacere di mettere Polito alla guida tecnica del Bari, ci saranno dei colloqui e si capirà chi arriverà ed i programmi. La famiglia De Laurentiis, a differenza di tanti nel nostro mondo, rispetta i ruoli. E questa è la cosa più importante. Fin quando ci sarà il presidente De Laurentiis, potremo sempre sederci e parlare la stessa lingua", ha aggiunto il dirigente biancorosso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polito: "Io possibile sostituto di Giuntoli? Essere accostato al Napoli è motivo di orgoglio, ma non ne so niente"

NapoliToday è in caricamento