Mario Rui sostituito non dà la mano ad Ancelotti, è polemica

I tifosi azzurri ancora una volta contro il terzino portoghese dopo l'episodio al 72mo di Milan-Napoli

Mario Rui (Ansa)

Una partita difficile, quella per il Napoli ieri sera a Milano col Milan. A testimoniarlo l'espulsione di Carlo Ancelotti nel finale e un altro episodio passato inizialmente sottotraccia, avvenuto questo al 72mo.

Mario Rui, al momento di uscire dal campo per lasciare il posto a Ghoulam, è passato dietro all'allenatore del Napoli senza salutarlo. Ancelotti gli ha teso la mano, ma il portoghese ha ritirato la sua e ha proseguito il suo cammino verso la panchina. Inutile il tentativo dell'allenatore di farlo voltare, chiamandolo.

Pareggio a reti inviolate a San Siro, espulsi Fabian e Ancelotti

Il portoghese non aveva fatto fino a quel momento una cattiva partita, anzi la sua reazione potrebbe esser stata dettata proprio dal nervosismo per non aver potuto coronare con i 90 minuti la prestazione.

Veementi - e non è la prima volta - le prese di posizione sui social dei tifosi azzurri contro il gesto di Mario Rui.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento