rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Calcio

Juve Stabia, Novellino: "Ho accettato subito, torno con grande entusiasmo"

L'allenatore torna sulla panchina gialloblè dopo la separazione del club da Sandro Pochesci: queste le sue parole in conferenza stampa

La Juve Stabia è chiamata a ripartire. Conclusa l’esperienza di Sandro Pochesci, la panchina è stata affidata a Walter Novellino. Per il tecnico si tratta di un ritorno, dopo la parentesi della scorsa annata. Archiviate le due sconfitte consecutive, le Vespe sono pronte a rilanciarsi con la sfida di Potenza. Il mister si è così presentato in conferenza stampa in vista del prossimo impegno:

“Ho rifiutato diverse proposte quest’anno, mi ha chiamato il presidente: ho detto subito di sì, ho un ottimo rapporto con la società, Castellammare ti rimane nel cuore. Ho accettato subito, credo in questa squadra, ha fatto bene. Le difficoltà sono psicologiche e mentali. Iniziamo ad affrontare la prossima partita, poi vediamo cosa succederà. Torno con grande entusiasmo, dobbiamo fermare la discesa di questo gruppo. Dobbiamo cercare di intervenire. La fortuna è di conoscere tantissimi ragazzi, a livello caratteriale. Mi stanno aiutando, in questo momento bisogna intervenire sulla testa. C’è poco tempo a disposizione, trasmettere tutto e subito non è semplice. Mi piace lavorare sul campo, voglio attenzione su alcune situazioni: ho visto alcune partite, sono stati subiti gol facili. Cercheremo di migliorare su questo, con l’aiuto di tutto il gruppo. Similitudini rispetto al passato? Nel passato c’erano più calciatori di esperienza, ora ci sono tanti giovani. Questo è un momento dove bisogna pensare partita per partita, devo cercare di entrare piano piano. Non voglio essere troppo professore, valutiamo gara dopo gara. Domenica affrontiamo un avversario tosto fisicamente e ben impostato. Moduli da adottare? La squadra può fare il 4-3-3 o il 4-2-3-1, ha tutto per poterlo fare. C’è anche la possibilità di un 3-5-2. Ho un credo e vado avanti con quello, dobbiamo cercare di dare fiducia a dei giocatori che hanno avuto poco spazio. Bisogna fare i complimenti ai miei predecessori, gli allenatori sono soggetti ai risultati: la squadra aveva numeri importante, bisogna lavorare mentalmente per fermare la discesa. La proprietà mi ha messo a disposizione tutto, devo ringraziarla ottenendo i risultati. La società ci tiene a far bene, adesso c’è dispiacere per l’andamento della squadra. C’è una buona sintonia, quando ho ricevuto la chiamata ripeto ho subito accettato, senza parlare di soldi. Dobbiamo lavorare sotto l’aspetto caratteriale per recuperare un po’ tutti. Mi piace molto Pandolfi. Silipo? È un bel giocatore, così come Bentivegna. L’importante non è il modulo, ma la voglia che si mette in campo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juve Stabia, Novellino: "Ho accettato subito, torno con grande entusiasmo"

NapoliToday è in caricamento