Coronavirus, muore insegnante di Fuorigrotta: aveva 57 anni e nessuna patologia pregressa

La donna era stata ricoverata inizialmente per una miocardite dopo un malore

I contagi in Campania negli ultimi tre giorni si sono attestati sui 135-138 positivi al giorno, la maggior parte asintomatici, ma non mancano i casi che destano preoccupazione. Cinque giovani, di età compresa tra i 20 e i 30 anni si sono presentati ieri al Cotugno con una polmonite. Per tutti la diagnosi è stata rapida e senza possibilità d'appello. Al momento sono tutti in condizioni stabili e non si è reso necessario il ricovero.Osserveranno a casa la degenza.

Decessi

Sono tornati anche i decessi di persone positive al Covid-19. Oltre a Rita Greco, moglie del boss delle Cerimonie, Don Antonio Polese, positiva al Coronavirus e morta dopo un ricovero di 15 giorni, si è verificato un altro decesso, questa volta a Fuorigrotta nella notte tra il 25 e il 26 agosto. Si tratta di una insegnante di  57 anni , senza patologie pregresse, che ha accusato un improvviso malore. Accompagnata all’ospedale San Paolo per una ecografia cardiaca dalla quale è stata riscontrata una miocardite. Trasferita al Monaldi per complicazioni è andata in arresto cardiaco, venendo in un primo momento salvata. I tamponi obbligatori per i ricoveri hanno dato esito positivo al Covid-19. Trasferita nel Covid Center dell'Ospedale del Mare è poi spirata poco dopo il ricovero.

Coronavirus, lo studio: con l'idrossiclorochina calo della mortalità del 30%

L'idrossiclorochina riduce la mortalità intraospedaliera da Covid-19. E' quanto affermato nello studio osservazionale multicentrico su 3.451 pazienti ricoverati in 33 ospedali italiani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ricerca, pubblicata sulla rivista European Journal of Internal Medicine, è stata coordinata dal Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione del Neuromed di Pozzuoli in collaborazione con Mediterranea Cardiocentro di Napoli e Università di Pisa e ha preso in esame numerosi parametri, tra i quali le patologie pregresse, le terapie che seguivano prima di essere colpiti dall'infezione e le terapie intraprese in ospedale specificamente per il trattamento del Covid-19. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento