Gino Rivieccio e la lotta contro il Covid: "Sono tornato a casa, ringrazio gli angeli del Cotugno"

L'artista napoletano parla delle sue condizioni: "I miei dieci giorni sono stati difficili, ora andiamo avanti con fiducia"

Rivieccio

Le mie condizioni? Sono tornato a casa dopo il ricovero al Cotugno per il Covid, la strada mi sembra in discesa. Devo ringraziare gli angeli in divisa che mi hanno assistito". Così Gino Rivieccio, ai microfoni di Radio Marte, ha parlato della sua battaglia contro il Coronavirus.

"I miei dieci giorni sono stati difficili, ora andiamo avanti con fiducia", ha aggiunto l'amatissimo artista napoletano.

Da grande tifoso azzurro, Rivieccio ha assistito dalla tv anche alla sconfitta del Napoli in campionato contro il Sassuolo: "Secondo me gli azzurri hanno sottovalutato il Sassuolo e sono arrivati impreparati. Probabilmente c’è l’attenuante della partita di giovedì in Europa League. Ho la sensazione che il Napoli non abbia studiato bene l’avversario e il Sassuolo ci ha dato lezioni di calcio”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Revenge porn, arrestato un 43enne. Diffusi sui social video intimi con la moglie

Torna su
NapoliToday è in caricamento