Napoli-Chelsea, Vilas Boas e Drogba: "Onorati di giocare al San Paolo"

Il tecnico e l'attaccante del Chelsea sono stati i protagonisti della conferenza stampa alla vigilia del match contro il Napoli

Il tecnico del Chelsea Andrè Vilas Boas e l'attaccante Didier Drogba, sono stati i protagonisti della conferenza stampa dei "bleus" alla vigilia del match con il Napoli. Ecco quanto raccolto da Radio Marte:

VILAS BOAS - "Sarà una partita chiaramente è importante, comunque è soltanto l’andata. Abbiamo il ritorno a Stamford Bridge, ci sarà un’atmosfera molto particolare, abbiamo cercato di fare tutto per finire primi nel girone e avere questo vantaggio. Una vittoria in cinque partite? Ripeto, questa partita non è decisiva. Domani dobbiamo considerare le forze del Napoli che hanno fatto molto bene. Terry e Cole? Aspettiamo l’allenamento. John è molto in dubbio, Cole ha qualche speranza in più e poi vedremo. Sicuramente c’è pressione, ma abbiamo un progetto da portare avanti. Ho l’appoggio del mio proprietario. Ho grande fiducia di quello che possiamo fare. Ho la responsabilità su quello che sta succedendo ed è una realtà, ma ho cominciato un progetto di tre anni per trasformare la cultura Chelsea e sono fiducioso. Siamo stati costruiti per vincere quattro trofei ma siamo fuori dalla Premier e dalla Carling, restano Champions e Fa Cup e cercheremo di essere protagonisti. So di avere l’appoggio di Abramovich, conoscevo le difficoltà e sono pronto ad andare avanti. Il Napoli mi ha impressionato molto per la forma dei giocatori. Si dice che il Napoli non è un club ma lo stato d’animo della città che al momento è fortissimo. De Laurentiis ha fatto un grandissimo lavoro e ha costruito una squadra incredibile, allenata da Mazzarri che è bravissimo. Ha ereditato un bel gruppo da Reja ma sta facendo cose straordinarie”.

DROGBA - "Dobbiamo fare quello che ci sta chiedendo il nostro allenatore. E’ stato ingigantito quello che è successo negli ultimi giorni. Non abbiamo alcun problema con Villas Boas. Questa partita è importante, dobbiamo vincere, abbiamo avuto difficoltà negli ultimi mesi, ma siamo venuti sempre fuori. Ricordo Valencia, dove ci siamo qualificati. Grande partita per portare il risultato. Tutti siamo responsabili se le cose non vanno bene. Domani è l’opportunità per riprendersi, ci sarà una grande atmosfera, sempre ammirato il Napoli e Maradona. Siamo una grande e dobbiamo dimostrare il nostro valore. Il tridente del Napoli? Cavani, Lavezzi e Hamsik sono forti, ma dobbiamo metterli in difficoltà. Non molti ci danno per favoriti, noi meritiamo di essere qua proprio come il Napoli e faremo quello che ci dice il nostro manager”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento