De Laurentiis: "Una follia tornare a giocare con questa situazione. Milik? Vediamo nei prossimi giorni"

Il presidente azzurro ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli

De Laurentiis

Aurelio De Laurentiis ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: "Il brand del Napoli è già forte di per sé, abbiamo 83 milioni di tifosi, se rifacessi l'indagine credo che arriveremmo a 100 milioni di fan. Come si fa a migliorare il calcio italiano? Bisogna sistemare la serie C che non ha ragione di esistere, al massimo farei due serie B, due gironi di B ed una B2. Dobbiamo poi trasformarla in un semiprofessionistico. La serie A deve diventare a 18 squadre e lasciare anche il paracadute per le retrocesse. Dobbiamo cambiare anche il format della serie A e cercare di rivoluzionare il rapporto con la Uefa che deve dipendere dalle leghe e non il contrario. Dobbiamo fermarci a riflettere e provare a cambiare il calcio, altrimenti Ceferin non ha nessun tipo di vincolo".

"Il Covid ha stravolto i calendari e la Uefa che fa? Fa giocare subito le squadre nazionali. Ceferin che ci sta a fare? Non è all'altezza di gestire la Uefa, abbiamo lì Marchetti che stava in Lega, bisogna invertire le posizioni: quindi bisogna seguire le Leghe e non la Uefa. Con questa incertezza noi dobbiamo tornare a giocare? Ma è una follia. Al tifoso non interessa delle nazionali ma fino ad un certo punto, della Champions e dell'Europa League e fino ad un certo punto. Ai tifosi interessa solo lo scudetto, la competizione, il fascino della competizione da comune a comune, da regione a regione", ha aggiunto il patron azzurro.

Chiusura sul mercato: "Osimhen? Non fa testo perchè abbiamo giocato contro delle squadre di eccellenza, non fa testo. Forse sarebbe stato più probante un test tra il Napoli A ed il Napoli A2. Mi sembra però una bella gazzella, poi dobbiamo vedere in che modulo verrà inserito dall'allenatore. Ci sono tanti se e tanti ma, però ora dobbiamo eliminare le persone che non sono da Napoli e vedere chi inserire. Con Allan siamo ai saluti, abbiamo chiuso con l'Everton. Milik? Stiamo lavorando e vediamo cosa succederà nei prossimi giorni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Revenge porn, arrestato un 43enne. Diffusi sui social video intimi con la moglie

Torna su
NapoliToday è in caricamento