"Voglio aiutare la mia città": infermiere vince il concorso a Roma, ma chiede di restare a Napoli

Diego Mancini, infermiere precario da quasi 15 anni, specializzato in malattie infettive, ha vinto il concorso ed è stato assunto all'A.O.U. Sant'Andrea di Roma, ma chiede di poter continuare a lavorare nella nostra città

Diego Mancini ha 40 anni e da quando ne aveva 25 lavora nel reparto di malattie infettive dell'Azienda ospedaliera universitaria Luigi Vanvitelli di Napoli come infermiere precario, somministrato da una ditta privata.

Esperto, capace e determinato, Diego da qualche giorno ha ricevuto una lettera che avrebbe dovuto renderlo felice come pochi, ma non è così. La lettera viene dall’Azienda ospedaliera universitaria Sant’Andrea di Roma che, dopo aver esaminato la graduatoria nazionale, lo assume a tempo pieno e indeterminato. Un sogno che diventa realtà'? Non per Diego:  "Il mio reparto nelle prossime ore sarà in prima linea nella battaglia contro il CoVid-19.  Fatemi restare. Voglio continuare a dare il mio contributo per la mia città", dice a NapoliToday. 

In previsione del picco dei contagi, al Policlinico Vanvitelli, infatti, è stato allestito un apposito reparto CoVid e ci sarà grande bisogno di infermieri esperti nelle specifiche procedure come di medici.

Diego, secondo prassi e secondo norme, come del resto fatto da altri colleghi,ha presentato richiesta di restare presso l'AOU Vanvitelli, ma non ha avuto ancora nessuna risposta. E tra poco dovrà prendere servizio a Roma. Per non perdere Diego, il Vanvitelli dovrebbe chiedere al Policlinico di Roma di attingere il suo nominativo dalla graduatoria: "Lo ha già fatto anche la Federico II, sempre per infermieri somministrati", spiega Diego e aggiunge "chiedo solo di poter fare la mia parte per la mia città, senza togliere niente a nessuno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca rilancia la movida: "Cinema all'aperto e musica nei locali: apriamo tutto"

  • Coronavirus, il bollettino della Regione: 4 nuovi casi in Campania

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Grave lutto nel mondo dell'imprenditoria: addio al noto designer Roberto Faraone Mennella

  • Litigio furibondo all'esterno di un bar, giovane presa a schiaffi dal fidanzato

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

Torna su
NapoliToday è in caricamento