Cronaca

Troisi, il ricordo della sua San Giorgio a Cremano: cerimonia con il sindaco

Il primo cittadino Giorgiano ha deposto una corona di orchidee e fiori di campo sul monumento funebre dedicato all'attore e regista mentre un fascio di luce viola si alzava verso il cielo

Massimo Troisi

Ieri San Giorgio a Cremano ha ricordato l'anniversario della nascita di Massimo Troisi. Nel corso di una cerimonia il sindaco Mimmo Giorgiano ha deposto una corona di orchidee e fiori di campo sul monumento funebre dedicato al regista, che avrebbe oggi 60 anni,  nel cimitero cittadino mentre un fascio di luce viola si alzava verso il cielo a simboleggiare il rapporto tra terra e cielo, tra Massimo e la città vesuviana.

"Ritengo che il giorno della memoria - ha detto Giorgiano - sia particolarmente importante per Massimo che ha interpretato bene l'animo dei sangiorgesi, partecipe, ironico e gioviale, e che ha reso nota la sua città natale nel mondo". Il sindaco ha poi annunciato la nascita di una fondazione in ricordo di Troisi. Al cimitero presenti anche amministratori comunali e l'attore comico Alan De Luca, amico e collega di Troisi.


LE ALTRE INIZIATIVE -
Intitolare l'istituto Pantaleo a Massimo Troisi che ha frequentato per dieci anni la scuola di Torre del Greco diplomandosi nel 1977 come geometra. L'iniziativa è stata lanciata dal dirigente scolastico, Carlo Ciavolino, attraverso una petizione che è stata promossa ieri mattina. La prima firma della petizione è quella del fratello dell'artista scomparso nel 1994, Luigi Troisi, che ha partecipato all'iniziativa assieme all'ultimo vicepresidente della fondazione Troisi, Pietro De Martino, al giornalista Ermanno Corsi, alla dirigente del Ministero dell'Università e della Ricerca, Annamaria Schiano e all'attore e premio David di Donatello, Ernesto Mahieux, che ha declamato una poesia dedicata a Massimo Troisi dall'amico Roberto Benigni. Alla manifestazione hanno preso parte anche alcuni compagni di classe dell'attore, che hanno raccontato alcuni tra gli episodi più divertenti legati alla frequentazione con Troisi a scuola. "La prima materia che ci interessava era il divertimento", ha ricordato uno di loro guadagnandosi l'applauso più convinto da parte degli studenti che hanno assistito alla manifestazione. E' stato poi Carlo Ciavolino a ricordare un altro aneddoto, che vide coinvolto l'allora preside del Pantaleo, Silvio Pagliaro: fu quando Troisi - rappresentante degli studenti - sistemò un palco al centro del viale di ingresso per contestare il dirigente per il mancato funzionamento dei riscaldamenti. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troisi, il ricordo della sua San Giorgio a Cremano: cerimonia con il sindaco

NapoliToday è in caricamento