Agguato Miano, trovato arsenale militare a pochi passi dal luogo dell'omicidio Bocchetti

Sequestrati tre fucili e centinaia di munizioni in un garage

Foto Romano

E' stato trovato dai carabinieri un arsenale di armi da guerra in un garage di Miano, nel corso di controlli dopo l'omicidio di Stefano Bocchetti di ieri. Sequestrati tre fucili e centinaia di munizioni. Proprio in un locale di Via Parise, poco distante dalla sala giochi in cui ha perso la vita il 44enne, i militari hanno rinvenuto due fucili mitragliatori automatici (un M4 Colt e un Beretta CX4 con mirino di precisione), un fucile a pompa con calciolo e canna mozzati, 400 munizioni di vario calibro, due giubbotti anti proiettile, due caschi, caricatori e componenti di armi. Un vero e proprio arsenale di armi da guerra perfettamente lubrificate e pronte a sparare. Nel locale anche materiale vario per il confezionamento ed il taglio degli stupefacenti. Tutte le armi saranno sottoposte ad accertamenti per verificare se siano state utilizzate per fatti di sangue.

VIDEO DEL BLITZ NEL GARAGE

armi miano-2

Omicidio sala giochi

Stefano Bocchetti è stato ammazzato il 23 gennaio in una sala giochi di vico Valente. Gli inquirenti riportano che la vittima era un ex esponente del clan Lo Russo. È stato ucciso alle 6.30, in quello che sembrerebbe a tutti gli effetti un agguato camorristico. Diversi i proiettili sparati al suo indirizzo.

Il video

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento