Agguato sala giochi a Miano, la vittima era un ex Lo Russo

Stefano Bocchetti, 44 anni, è stato freddato alle 6.30 di stamane in un circolo di via Valente

Si chiamava Stefano Bocchetti il 44enne ucciso stamane a colpi d'arma da fuoco a Miano, in una sala giochi di vico Valente.

Gli inquirenti riportano che la vittima era un ex esponente del clan Lo Russo. È stato ucciso alle 6.30, in quello che sembrerebbe a tutti gli effetti un agguato camorristico.

Il video

La dinamica di quanto accaduto è al momento sconosciuta. Pare il 44enne sia stato colpito da due persone che erano in sella ad uno scooter. Diversi i proiettili sparati al suo indirizzo.

Il clan Lo Russo è tornato in questi mesi agli onori della cronaca soprattutto per i pentimenti dei suoi principali esponenti, tra cui quello del boss Carlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'accaduto indagano i carabinieri. Tre anni fa, sulla stessa strada, furono uccisi Carlo e Carlo Nappello, zio e nipote omonimi ritenuti appartenenti sempre ai Lo Russo.

Agguato a Napoli, ucciso un uomo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

  • Igiene orale e difese immunitarie: qual è la connessione?

  • Coronavirus, il bel gesto del portiere napoletano Sepe: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

Torna su
NapoliToday è in caricamento