rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca

Nuovo stadio, progetto da 700 milioni ma manca l'accordo

Previsti 5mila posti di lavoro a Ponticelli. Il sindaco de Magistris: "Ci sarà un dialogo sempre più forte nelle prossime settimane e nei prossimi mesi". Il presidente frena: "La nostra casa è il San Paolo"

Senza un accordo con il presidente Aurelio de Laurentiis sarà difficile andare avanti con la realizzazione di un nuovo stadio di calcio a Napoli. Il sindaco de Magistris non ha dubbi: "Lo stadio deve avere il consenso dei due soggetti principalmente coinvolti, la società di calcio e il Comune. Ci sarà un dialogo sempre più forte nelle prossime settimane e nei prossimi mesi con il presidente De Laurentiis. Il rapporto è buono, stiamo andando avanti insieme su vari fronti". Anche l'assessore allo sport Pina Tommasielli ha voluto ribadire il concetto espresso dal sindaco: "Il fatto che De Laurentiis non sia d'accordo ad andare a giocare in un nuovo stadio costituisce chiaramente un vulnus a tutto il progetto".

IL PROGETTO - Targato Marilù Faraone Mennella, prevede 700 milioni come piano finanziario e 5000 nuovi posti di lavoro. Nl dettaglio: un nuovo e polifunzionale impianto a Ponticelli e un revamping totale del San Paolo. Cosa farà dunque De Laurentiis? Le sue ultime sue parole sono state categoriche: "La nostra casa è il San Paolo".
Difficile al momento immaginare una rottura con il gruppo Faraone Menella impegnato in massicci investimenti in varie aree della città. Facile, invece, che de Magistris cercherà di convincere De Laurentiis perché almeno valuti l’idea di un nuovo stadio.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo stadio, progetto da 700 milioni ma manca l'accordo

NapoliToday è in caricamento