menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nola, malati a terra: "È stata una emergenza da iperafflusso in ospedale"

De Stefano, direttore sanitario: "Sono arrivate 265 persone a fronte delle 150 circa che arrivano in media, complice anche il freddo che ha gelato le strade"

Malati curati a terra, una situazione "eccezionale" provocata, secondo quanto riferisce De Stefano, direttore sanitario dell'ospedale civile Santa Maria della Pietà di Nola, per l'iper-afflusso di utenti nel pronto soccorso tra sabato e domenica, e che va tornando verso la normalità, senza più pazienti disposti sul pavimento.

''Tra sabato e domenica sono arrivate 265 persone a fronte delle 150 circa che arrivano in media, complice anche il freddo che ha gelato le strade, e che ha costretto molte persone della provincia di Avellino a venire a Nola anziché andare altrove. E quando qualcuno giunge al pronto soccorso non possiamo certo mandarlo via, abbiamo preferito mettere a terra le persone piuttosto che non prestare loro assistenza".

"Una di quelle persone era in arresto cardiaco, ma che dovevamo fare senza letti né barelle, mandarla via? I medici hanno preferito fare la defibrillazione sul pavimento, pur di salvarle la vita come è accaduto''. Le immagini mostrate in tv ''non hanno dato una bella immagine dell'ospedale, ma era l'unica soluzione per far fronte all'emergenza. L'altra persona ritratta a terra era stata messa in posizione antisoffocamento perché era in preda al vomito".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Attualità

La Fontana del Tritone torna a vivere dopo sei anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento