menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nola, malati curati a terra in ospedale: scatta l'indagine

La denuncia dl deputato di Forza Italia, Paolo Russo "Non si pensi di giocare a scaricabarile sui medici che tentano, pur senza strumenti a disposizione, di difendere la vita delle persone"

"Dopo la vergogna dell'ospedale di Boscotrecase ora tocca a Nola. Già pronta un'interrogazione parlamentare per denunciare la scandalosa situazione degli ammalati adagiati a terra perché mancano letti e barelle". La denuncia arriva dal deputato di Forza Italia, Paolo Russo.

"Altro che De Luca commissario alla Sanità, mi interessa che prima di ogni manfrina politica si restituisca dignità ai miei concittadini. Se il Santa Maria della Pietà deve funzionare in questo modo é meglio chiuderlo perché di ospedali così si muore. De Luca aveva promesso che non saremmo mai più stati ultimi, ci ha ridotti all'indigenza. Il ministro intervenga per restituire il diritto alla salute dei cittadini di un'area che conta 600 mila abitanti. E ora - conclude Russo - non si pensi di giocare a scaricabarile sui coraggiosi medici che tentano, pur senza strumenti a disposizione, di difendere la vita delle persone".

"In merito al caso denunciato da familiari di pazienti, relativo a gravi disagi riscontrati e alla carenza di barelle all'ospedale di Nola, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha disposto l'apertura immediata di una indagine interna per una puntuale verifica dei fatti e per accertare tutte le responsabilità". Così la Regione Campania in un comunicato diffuso ieri sera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano: a cosa fare attenzione prima di procedere all'acquisto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, revocata la "zona rossa" a Massa Lubrense

  • Cronaca

    Il Covid uccide l'ennesimo medico: addio a Maria Teresa d'Istria

  • Attualità

    Passaporto vaccinale europeo: le novità dal ministro del Turismo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento