Scippo al centro storico, le Iene difendono i napoletani: "E' falso che nessuno sia intervenuto"

Enrico Lucci nel suo servizio ha evidenziato come il tam tam mediatico abbia causato una scorretta interpretazione degli accadimenti

Lucci Iene

Ieri sera è andato in onda un servizio delle Iene di Enrico Lucci “Lo scippo del web”, che pone sotto una luce diversa la tentata rapina subita da una donna tra i vicoli del centro storico, che secondo la maggioranza dei media sarebbe avvenuta nell’indifferenza generale.

Unico infatti ad aiutare la vittima, dalle immagini catturate dalla telecamera di una tabaccheria, era sembrato Benjamin, l’immigrato che abbiamo tra l’altro intervistato nei giorni scorsi.

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA

Lucci, però, dopo aver visionato con attenzione le immagini ed aver parlato con i testimoni ritratti dalle telecamere, fa notare come questi non si fossero subito resi conto che ci fosse stato uno scippo, altrimenti sarebbero sicuramente intervenuti. Come nel caso di un negoziante, che ha prima cercato di trattenere il motorino dello scippatore per poi invitare con ampi gesti i carabinieri a intervenire, come si può notare chiaramente dalle immagini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel suo servizio la Iena critica con il solito garbo quello che definisce lo scippo del web, evidenziando come il tam tam mediatico abbia modificato la corretta interpretazione dell’accadimento. A pagarne le spese il popolo napoletano dipinto come indifferente, insensibile e addirittura in certi casi colluso con la malavita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento