Sparatoria a piazza Nazionale, Salvatore Nurcaro sta meglio: vicina la dimissione

Il comunicato da parte dell'Asl Napoli 1. Dovrà effettuare l'ultima tac di controllo. Interrogato dalle forze dell'ordine

Salvatore Nurcaro, il pregiudicato obiettivo del raid a piazza Nazionale in cui è stata ferita la piccola Noemi e la nonna Immacolata, sta meglio ed è pronto per essere dimesso. Lo comunica la direzione sanitaria dell'Asl Napoli 1 che ha diramato una nota sulle sue condizioni. Vengono descritte come in netto miglioramento e a giorni potrebbe essere anche dimesso dall'ospedale del Mare dove è ricoverato. Sarà necessaria ancora una tac di controllo dopodiché potrà lasciare la struttura ospedaliera.

Le indagini 

Nurcaro verrà anche interrogato dagli investigatori che stanno indagando sul suo ferimento per provare a ricostruire il movente del tentativo omicidiario. Per ora sono due le ipotesi investigative sul tavolo. Un debito con colui che doveva essere il suo presunto killer, Armando Del Re, o il pestaggio, a opera di Nurcaro, del figlio di un noto pregiudicato di San Giovanni a Teduccio con cui lavorerebbe Del Re.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Avrebbero favorito immigrazione clandestina: sette arresti, nella "banda" anche due poliziotti

  • Cronaca

    Operazione ad alto impatto ad Afragola, in azione Carabinieri e Polizia anche con gli elicotteri

  • Cronaca

    Uomo trovato morto dalla moglie, si indaga per omicidio

  • Cronaca

    Napoli dichiara 'emergenza climatica': venerdì in piazza lo sciopero globale

I più letti della settimana

  • Tina Colombo non è più incinta: "Purtroppo ho perso il bambino"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 20 al 24 maggio

  • Si lancia dal ponte della tangenziale e muore a piazza Ottocalli

  • Incidente stradale sull'Asse Mediano, distrutte tre automobili

  • Incidente stradale in via Diocleziano: un morto e tre feriti

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 27 al 31 maggio

Torna su
NapoliToday è in caricamento