Risolto il mistero dei dischetti "fantasma" in spiaggia

Tutta colpa di un cedimento strutturale

Foto Ansa dei dischetti

Risolto il mistero dell'inquinamento da dischetti di materiale plastico, che sono apparsi in diversi punti dei tratti costieri del Mar Tirreno Centrale. La presenza del materiale è stata segnalata in particolare nei pressi dell'isola di Ischia, sul litorale campano e su quello laziale tra Fiumicino e Anzio, come segnalato da RomaToday.

Il lavoro delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera ha accertato la forte concentrazione di tali filtri nelle vicinanze di un impianto di depurazione collocato in prossimità della foce del Sele e sugli argini del fiume.

Il personale della Guardia Costiera ha accertato che la fuoriuscita dei filtri è dovuta ad un cedimento strutturale di una vasca dell'impianto nel fiume Sele. I dischetti sono poi confluiti nel Mar Tirreno e hanno raggiunto Lazio, Campania e Toscana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento