Feltri si dimette da giornalista, Odg Campania: "Vittoria di Carlo Verna"

Dopo le polemiche in particolare degli ultimi mesi per alcune dichiarazioni, soprattutto in era Covid, ritenute discriminatore contro i meridionali

Dimissioni da giornalista per Vittorio Feltri. Il direttore, dopo le polemiche in particolare degli ultimi mesi per alcune dichiarazioni, soprattutto in era Covid, ritenute discriminatore contro i meridionali, era stato querelato anche dal comune di Napoli.

"Una vittoria del presidente nazionale Carlo Verna, una vittoria dell’Ordine della Campania che ha presentato il primo esposto, una vittoria per l’informazione pulita, per Napoli e la Campania", è il post Facebook di Ottavio Lucarelli, presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Campania.

A dare l'annuncio ufficiale "il Giornale", guidato da Alessandro Sallusti, che titola in prima pagina: "Feltri si dimette da giornalista". "Immagino che sia una scelta dolorosa per sottrarsi una volta per tutte all'accanimento con cui da anni l’Ordine dei giornalisti cerca di imbavagliarlo e limitarne la libertà di pensiero a colpi di processi disciplinari per presunti reati di opinione e continue minacce di sospensione e radiazione", scrive Alessandro Sallusti. 

L'ultima polemica di Feltri: "Non devo scusarmi di niente, ho fotografato la realtà. Al Sud si legge poco"

La gente non riflette. Quando dicevo inferiori mi riferivo al portafogli, non certo al cervello. Conosco tanti cogl..ni anche nella bergamasca, dove sono nato. Per quale motivo dovrei andare in Campania, a fare che cosa? Me li invento io i posteggiatori abusivi? Ho detto che io non vado a Napoli a fare il posteggiatore abusivo, il mio lavoro è qui. Cosa dovrei andarci a fare? Le mie sono risposte a chi dice che quelli del Nord non devono andare al Sud perché sono degli untori. Se per caso il Coronavirus dovesse contagiare anche regioni del Sud, cosa che non mi auguro, ci sarebbe una strage. Troverebbe vita molto più facile con le strutture sanitarie del Sud". Così Vittorio Feltri è tornato sulle sue frasi sui meridionali e sulla Campania, nel corso di un'intervista rilasciata a "Non è l'Arena" in onda su La7.

Il direttore di Libero ha parlato anche delle querele e delle denunce ricevute in questi giorni per le sue esternazioni: "De Magistris dice quello che vuole, io non sono il tipo che fa azioni legali, perché non sono a favore di queste cose. E’ fattuale dire che il Sud ha ancora dei margini di arretratezza, dei quali anche i cittadini meridionali si lagnano. 15000 campani vengono in Lombardia ogni anno a curarsi. Poi alcune eccellenze mediche ci sono anche a Napoli, per carità. Querele e denunce? Che mi frega. Deciderà un giudice. Alcune edicole del Sud non venderanno Libero? La lettura non è la principale attività nel meridione. I giornali vendono poco. Io non mi scuso di niente, ho fotografato la realtà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, divieti e limitazioni per feste e cerimonie: tutte le decisioni di De Luca

  • Boom di contagi in Campania, nuova ordinanza di De Luca: scuole chiuse e restrizioni sociali

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

  • Orrore in ospedale, per una sigaretta aggredisce un uomo e gli cava gli occhi

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy: ecco dove acquistarle scontate

  • Scende dall'auto e si lancia nel vuoto dal ponte dei suicidi: muore 71enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento