Attualità Pompei

Ferragosto, boom di Pompei: gli scavi secondi solo al Colosseo

Nel ponte dal 12 al 15, il Parco Archeologico ha fatto registrare oltre 62mila accessi, quasi il doppio degli Uffizi, oltre il triplo della Reggia di Caserta

Il Parco archeologico di Pompei si conferma, anche a Ferragosto, tra le attrazioni turistiche più apprezzate del nostro Paese. La seconda, precisamente, considerando i luoghi di proprietà dello Stato. Secondo i dati del Ministero della Cultura, gli scavi, nel ponte che va dal 12 al 15 agosto, hanno fatto registrare oltre 62mila accessi, dietro solo all'irraggiungibile Colosseo (96mila). 

Staccati il foro romano e palatino (53mila), gli Uffizi (35mila) e il Pantheon (29mila). Per ritrovare la Campania dobbiamo scendere fino al settimo posto, dove si attesta la Reggia di Caserta con 18mila accessi. I siti culturali napoletani, invece, sono ancora in ritardo rispetto ai competitor della Penisola. Solo 5.800 visitatori per il Mann, 4.700 per Palazzo Reale, 4.300 per Castel Sant'Elmo, fino ad arrivare ai 1.611 biglietti staccati per il Museo di Capodimonte. 

Numeri che fanno riflettere, soprattutto se riferiti al gran numero di turisti che ha fatto registrare il capoluogo partenopeo. Appare evidente che la promozione culturale in città debba fare ancora diversi passi in avanti per potersi paragonare a brand storici come Colosseo e Scavi di Pompei. Emblematico il caso di Capodimonte. Il Museo è una delle principali pinacoteche italiane, immerso in un parco meraviglioso. Eppure, ancora una volta, si è mostrato non competitivo a causa delle difficoltà logistiche: lontano dal centro e servito male dai mezzi pubblici. 

Ovviamente, c'è da tenere conto che i dati del Ministero riguardano solo i siti statali. A Napoli ci sono molti luoghi di interesse di proprietà o di gestione privata. Basti pensare al Cristo Velato, a Napoli Sotterranea e alla Galleria borbonica. Limitandosi a un'analisi dei musei, si può dire che i turisti scelgono Napoli, ma solo una piccola parte decide di visitare i luoghi della cultura. In molti si fermano al giro del centro storico, perdendosi tra i fast food dei decumani.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto, boom di Pompei: gli scavi secondi solo al Colosseo
NapoliToday è in caricamento