menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il primo cittadino Ermanno Schiano

Il primo cittadino Ermanno Schiano

Treni fermi nell'area flegrea. Il sindaco di Bacoli scrive alla SEPSA

Ermanno Schiano invia una lettera al Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, alla SEPSA e all'assessore regionale ai Trasporti Sergio Vetrella. Interviene anche il primo cittadino di Pozzuoli Agostino Magliulo

Ancora fermi i treni nell'area flegrea. Anche stamattina nelle stazioni di Pozzuoli, Bacoli e Quarto non si è vista nemmeno l'ombra di un treno per Cumana e Circumflegrea. Continua, quindi, il blocco di tutte le corse. Dopo i sindacati quartesi anche le amministrazioni iniziano a mobilitarsi. Il sindaco del comune di Bacoli Ermanno Schiano ha inviato una nota di sollecito alle autorità competenti. Nella missiva, oltre a sottolineare i disagi che i cittadini di Bacoli stanno vivendo in queste ore, con la città completamente isolata, il primo cittadino ha fatto esplicita richiesta per il «ripristino “ad horas” del servizio di trasporto».

La nota è stata inviata al Prefetto di Napoli, all’assessore ai Trasporti della regione Campania, Sergio Vetrella, al presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, al presidente della Commissione Trasporti Domenico De Siano e al Presidente della Sepsa, Alfonso Cecere.

«Come è noto, l’attuale situazione del trasporto pubblico su ferro, gestito in regime di concessione dalla Società SEPSA, è caratterizzata da una forte criticità, che provoca una ricaduta estremamente negativa sull’utenza – scrive Schiano. È noto altresì che la SEPSA è l’unica azienda di trasporto pubblico che collega Bacoli al capoluogo, sede di scuole, ospedali e lavoro per tanta parte della Popolazione locale. Nostro malgrado, si deve prendere atto che in data odierna, al di là dei disagi strutturali, sopra evidenziati, si è verificato un blocco totale del sistema di trasporto ferroviario che sta provocando forti disagi all’utenza e problemi di ordine pubblico, isolando completamente il territorio comunale. Ciò posto, al fine di evitare l’insorgere di situazioni caratterizzate da un alto livello di conflittualità sociale – conclude il sindaco della cittadina flegrea - si chiede, con forza, di porre in essere quanto di rispettiva competenza, per ripristinare “ad horas” il servizio».

A fargli eco anche il sindaco di Pozzuol, Agostino Magliulo: «C’è bisogno di soluzioni radicali e definitive. I cittadini non possono continuare ad essere oggetto di problematiche interne alle aziende- ha spiegato il sindaco di Pozzuoli Agostino Magliulo- Personalmente da mesi ho constatato i disagi delle corse ferroviarie, ed ho da subito scritto ai dirigenti, che ho incontrato anche per sfatare il rischio di soppressione di alcune corse giornaliere. Oggi la situazione sta precipitando. Bisogna porre un freno. Sono d’accordo con l’assessore Vetrella quando afferma che “bisogna trovare un'ingente quantità di risorse finanziarie in grado di coprire almeno in parte il deficit accumulato e di avviare una rapida e seria trattativa con le banche e gli altri creditori per la rinegoziazione dei debiti” contratti negli anni. Con l’impegno della Giunta del Presidente Stefano Caldoro sono stati trovati ben 37 milioni di euro che sono stati subito messi a disposizione delle aziende. Le Aziende oggi devono salvaguardare, senza più rimandare, gli utenti e i lavoratori, che hanno il diritto di ricevere lo stipendio nei tempi previsti. Per il momento restiamo in attesa di un’imminente risposta da parte del Prefetto, come sollecitato dall’assessore Vetrella, e come concordato con gli altri colleghi sindaci flegrei».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento