rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Notizie SSC Napoli

Festa grande al Maradona per i campioni d'Italia, De Laurentiis: "Vogliamo vincere ancora"

Spettacolo di luci, fuochi pirotecnici, musica, ospiti del mondo dello spettacolo: notte di festeggiamenti a Fuorigrotta

Una notte da ricordare, che i tifosi vorrebbero non finisse mai. Il Maradona festeggia nel migliore dei modi i campioni d'Italia del Napoli in un catino di Fuorigrotta tinto d'azzurro in ogni angolo. 

Dopo la vittoria sulla Fiorentina va in scena la festa: spettacoli di luci, fuochi pirotecnici, musica, ospiti del mondo dello spettacolo (come Paolo Sorrentino, Jovine, Emiliana Cantone, Edoardo Bennato, Clementino e Geolier) e poi la celebrazione finale degli eroi azzurri che lo scudetto lo hanno conquistato sul campo, ma anche di tanti componenti della famiglia del club partenopeo che hanno contribuito a realizzare questa grande impresa sportiva. Durante le esibizioni musicali ha fatto il suo ingresso sul manto di gioco anche il sindaco Gaetano Manfredi per premiare Geolier. All'indirizzo del primo cittadino sono partiti alcuni fischi dagli spalti ed il coro da stadio "chi non salta è juventino", come a voler sottolineare le simpatie giovanili per i colori bianconeri non nascoste dal numero uno di Palazzo San Giacomo. 

La festa azzurra

A fare gli onori di casa e da mattatore della serata, neanche a dirlo, è stato il presidente Aurelio De Laurentiis, che per primo prende la parola e dedica lo scudetto a tutti i tifosi del Napoli nel mondo, tra gli applausi del pubblico. "Volevo regalarvi la Champions, ci tenevo molto, ma ci riproveremo l'anno prossimo", dice il patron azzurro al microfono nel tripudio generale. Poi chiama la dirigenza sul palco e dice a Giuntoli: "Dobbiamo ripeterci, vincere, vincere, vincere".

"De Laurentiis mi ha cambiato la vita", risponde il direttore sportivo, che ricorda commosso il papà che non c'è più. "Non vi preoccupate del futuro, con De Laurentiis resterà sempre un grande Napoli".

Festa scudetto post Napoli-Fiorentina (foto Lapresse)

Poi è il turno di capitan Di Lorenzo: "È un'emozione incredibile vedere questa gente felice. Era quello che volevamo. Abbiamo costruito questo scudetto tutti insieme. I tifosi meritano più di tutti questo successo. In tutti gli stadi d'Italia ci è sembrato di giocare sempre in casa".

Lo speaker ufficiale del Maradona 'Decibel' Bellini chiama ad uno a uno tutti gli azzurri sul terreno, da Idasiak ad Osimhen. Non può mancare il tradizionale balletto del super magazziniere azzurro Tommaso Starace, tra l'entusiasmo generale di calciatori e pubblico.

In conclusione è il momento del grande condottiero, Luciano Spalletti, accolto da un boato e dai cori dei tifosi: "Napoli è la città dei miracoli, siete riusciti a far vincere un campionato anche a me. Grazie a tutti i tifosi, ve voglio bene assaje". 

Chiusura con un'esibizione a sorpresa di Liberato, che regala al pubblico una performance al pianoforte. 

Festa scudetto Napoli-Fiorentina - foto M.Parisi/NapoliToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa grande al Maradona per i campioni d'Italia, De Laurentiis: "Vogliamo vincere ancora"

NapoliToday è in caricamento