rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Calcio

Spalletti: "In testa alla classifica siamo a nostro agio e vogliamo restarci. L'aria a Napoli ha un colore azzurro"

Il tecnico del Napoli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Torino

"Siamo a nostro agio in questa posizione di classifica e vogliamo restarci, anche se sappiamo che ci sono avversarie ben più abituate a certi livelli e che hanno una mentalità vincente. Noi dobbiamo forgiare la nostra forza e dobbiamo tener botta. La città di Napoli merita una squadra competitiva che voglia lottare per vincere. I tifosi devono aiutarci ad essere sempre più invulnerabili. Dobbiamo fare nostro questo amore dei tifosi e trasformarlo in energia. Quello che significa il Napoli per il popolo napoletano si percepisce sia allo stadio che a distanza. L’aria in questa città ha un colore azzurro“. Così Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Torino.

Gli azzurri domani si ritroveranno di fronte lo spauracchio Juric, che lo scorso anno con il Verona ha regalato molti dispiaceri al club partenopeo: "Quando sono arrivato qui ho detto che bisognava smettere di parlare di Napoli-Verona. Domani non giochiamo contro Juric ma contro il Torino: ha caratteristiche ben precise ed ha una storia di squadra tosta che lotta. Ogni volta che l’ho affrontato ho sempre trovato una squadra di battaglia. Ora c’è Juric che ha un suo credo tattico ben determinato. E’ una squadra che recupera più di tutte palle a centrocampo e sono anche la più fallosa. Quindi sappiamo che tipo di gara ci aspetta. Per questi motivi noi dobbiamo saper lottare più di loro per dare quello che i nostri tifosi si aspettano da noi”.

Il recupero di alcuni giocatori importanti per la rosa azzurra fanno sorridere Spalletti: "Ci aspetta un ciclo di partite importante, ci sono gare difficili molto ravvicinate. Abbiamo una rosa che ci permette di poter fronteggiare agli impegni che ci attendono. Quello che mi dà forza è aver recuperato giocatori importanti quale Demme, Mertens, Lobotka. Dries l’ho visto molto bene, si è messo definitivamente alle spalle questo periodo ed è pronto per entrare nel novero dei titolari che sono 16 non 11, dopo l’avvento delle 5 sostituzioni".

Il tecnico azzurro ha parlato anche del consueto ballottaggio in porta tra Meret ed Ospina: "Se giocherà Meret sarà perché lo merita, non perché Ospina è arrivato nelle ultime ore. Abbiamo due portieri di valore e quindi chi gioca dà ampie garanzie”. 

Chiusura sul furto della sua auto: "Rubano circa 100mila macchine all'anno in Italia e circa 300 al giorno. Non capisco perchè si voglia fare una parentesi per Napoli". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spalletti: "In testa alla classifica siamo a nostro agio e vogliamo restarci. L'aria a Napoli ha un colore azzurro"

NapoliToday è in caricamento