Cenere vulcanica, madreperla, carbone e creta: da New York a Napoli la Rinascita di Jeong-Yoen Rhee

Rinascita è il titolo della mostra che l'artista coreana porta al Pan di Napoli, con la curatela di Paola de Ciuceis: tante le cose in comune con la nostra città, a partire dai materiali utilizzati per le opere

In mostra per la prima volta a Napoli, al Pan, I'artista internazionale di origine coreana Jeong-Yoen Rhee. Nata a Seoul nel 1952, in una città in preda alla Guerra di Corea, all'atto della frattura tra Nord, a regime comunista, e Sud a governo democratico, formata a New York dove si è diplomata e ha conseguito il dottorato di ricerca, Rhee porta avanti da ormai oltre 40 anni un lavoro profondo di ricerca tra fuoco, vento, acqua e tempo sulla base della pratica zen, della meditazione e dello yoga.

Cenere vulcanica, oro e madreperla

Rhee dipinge senza pennello, mescolando i colori con la mano e stendendoli con il dito indice. Utilizza essenzialmente prodotti organici: creta, terra, cenere vulcanica, polvere di carbone, oro, guscio d’uovo, madreperla, materiali che sono anche quelli di cui è fatta l'anima più profonda della nostra città.

Le opere colpiscono anche per i colori: azzurro come il mare del Golfo, verde come la fu la collina su cui nacque Palepoli, le infinite sfumature della terra, declinati in forme magnetiche che che offrono un ordine al caos e catturano e rasserenano l'osservatore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Re-Genesis | Rinascita

La mostra arriva a Napoli su impulso di Ken Kim per Kips Gallery New York.  “Per l‘artista – spiega nel catalogo Paola de Ciuceis che ha curato la mostra  – la nuova genesi è il piacere di giungere alla purezza di materia e forma del demiurgo nel momento della nascita dell’oggetto creato per la prima volta. E come il grande artefice impastò la terra con le mani per dar vita al mondo, così l’artista ritiene che il metodo ideale sia quello diretto, senza la mediazione di strumento alcuno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Protesta Whirlpool, operai bloccano l'imbocco dell'A3: auto incolonnate

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • SuperEnalotto da capogiro a Bacoli, vincita da mezzo milione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento