Covid-19 e alimentazione: la dieta per alzare le difese immunitarie e non ingrassare

In questi giorni di inattività forzata per l’emergenza Coronavirus, è fondamentale rinforzare il sistema immunitario e ridurre i nutrienti per non aumentare di peso. I consigli alimentari della dott.ssa Daniela Vitiello

Dott.ssa Daniela Vitiello

La curva ha iniziato la discesa e anche il numero dei morti è in calo. "Se si conferma questo trend - ha dichiarato l’Istituto Superiore della Sanità - si potrà pensare alla FASE 2, quella della convivenza con il coronavirus". "Ma al momento – ha aggiunto il premier Conteancora non si può dire quando il lockdown finirà". A scandire l’andamento della nostra vita sarà l’indice R0 (misura la velocità di diffusione di un virus) che oscilla tra 1,1 e 1: questo significa che, in questi giorni, una persona infetta ne contagia un’altra. Cosa accadrà dopo il 13 aprile? Si prevede una possibile ripartenza di alcune attività produttive, ma per la riapertura di negozi, bar e ristoranti, invece, si dovrà arrivare a un indice R0 pari a 0,5. Per i luoghi affollati come le discoteche, le sale per eventi e gli stadi, l'indice dovrà essere ancora più basso, il più vicino possibile allo 0. Al momento dobbiamo, quindi, continuare a rispettare le misure di contenimento, e restare in casa. Come ha dichiarato anche il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, la ripresa di una vita “quasi normale” non si avrà in tempi brevi, di sicuro non prima di un mese, bisognerà far passare le festività pasquali e i ponti del 25 aprile e del 1 maggio. Alla luce di queste previsioni, e, quindi, di una probabile ulteriore proroga della quarantena, dobbiamo continuare a prenderci cura del nostro corpo facendo attività fisica casalinga e non trascurando l’alimentazione. Ora che abbiamo tempo a disposizione, e non siamo costretti a mangiare pasti fugaci e cibi preconfezionati, dedichiamoci un pò di più alla cucina e alla preparazione di piatti sani e genuini. Per capire come impostare una dieta adatta alla quarantena, dobbiamo considerare, innanzitutto, il fatto che stando a casa non possiamo fare un gran movimento, quindi i nostri fabbisogni energetici devono diminuire. Un’altra cosa importantissima, in questa fase, è rinforzare le difese immunitarie così da ridurre al minimo le possibilità di contrarre infezioni batteriche e virali. NapoliToday ha intervistato la dott.ssa, biologa nutrizionista, Daniela Vitiello, che ci ha svelato la dieta più corretta per proteggersi dalle infezioni virali e batteriche e non ingrassare al tempo del coronavirus.

1.Consigli alimentari generici

"Chiusi in casa, abbiamo perso il controllo del nostro regime alimentare e del nostro stile di vita. Gli orari sono sballati, andiamo a dormire più tardi, ci svegliamo in orari diversi dal solito, facciamo poca attività fisica. Tutto ciò comporta un cambiamento degli sbalzi d’umore: nervosismo, ansia, paura, noia. E come lo affrontiamo? Mangiamo! Per chi è in smart working riesce a concentrarsi sul lavoro e a distogliere il pensiero del cibo. Ma non è così per gli altri! In quarantena, invece, si tende a consumare pasti molto abbondanti, ricchi di carboidrati complessi, dato che molti hanno riscoperto la voglia di voler fare pane, pasta e pizza fatti in casa. Ciò comporta uno squilibrio della propria alimentazione con tendenza verso alimenti che generano infiammazione. Da precisare che dall’infiammazione si va incontro a spianare la strada verso una malattia, così come l’infezione da Coronavirus. Quindi riprendiamo le abitudini verso uno stile di vita sano mangiando 5 porzioni tra frutta e verdura, legumi e cereali, carni bianche, pesce azzurro, frutta secca, formaggi magri e uova. Non dimentichiamoci di bere almeno un litro e mezzo di acqua, un bicchiere di vino al giorno (il resveratrolo è un buon antiossidante per il nostro organismo) e concedersi ogni giorno una bella tazza di te verde o te nero senza zucchero (sono ricchi di antiossidanti). Concediamoci spesso degli alimenti contenenti triptofano, un amminoacido che è precursore della serotonina, l’ormone della felicità, come ad esempio la tanto amata cioccolata, meglio se extradark".

2) Come rafforzare le difese immunitarie

"Come dicevo prima, un consumo eccessivo di carboidrati complessi comporta un incremento del tessuto adiposo. Questo si comporta da vero e proprio organo perché ha diversi ruoli tra cui quello ormonale, metabolico e immunitario. In particolare, genera una cascata di sostanze infiammatorie (dette citochine) che funge “ da carbone ardente” verso la genesi delle patologie e indebolendo il sistema immunitario. Quindi prima di tutto, anzichè stare a impastare tutti i giorni, dovremmo ridurre i carboidrati e l’energia da loro data. Per aumentare le difese immunitarie, quindi dovremmo:

  • Limitare le calorie giornaliere;
  • Assumere alimenti come melograno e cioccolato extradark (i loro polifenoli sono degli antiossidanti, importanti a rinforzare le nostre difese e a combattere i radicali liberi);
  • Assumere curcuma, cannella, timo, rosmarino, chiodi di garofano, zenzero: sono dei potenti antinfiammatori e antivirali (alcuni studi scientifici ne mostrano le loro proprietà di inibire la replicazione virale);
  • Assumere te verde, te nero, echinacea: contengono dei polifenoli che aumentano la nostra barriera difensiva;
  • Assumere alimenti ricchi di spermidina come pepe verde, funghi maitake e shiitake, cavolfiore cotto, soia, germe di grano, piselli, broccoli cotti, aneto, mostarda. La spermidina, assieme all’acido ellagico del melograno e altri frutti rossi e all’assunzione di amminoacidi essenziali, stimola la mitocondriogenesi ovvero la formazione di nuovi mitocondri, il motore centrale delle nostre cellule.
  • Non dimentichiamo di fare attività fisica facile in casa come pilates e yoga".

3) Esempio di dieta settimanale

Colazione: te nero o te verde o succo di melograno con frutta secca.

Spuntino: cruditè di finocchi, cetrioli, sedano.

Pranzo: una zuppa di legumi o mista con cereali con una porzione di pesce azzurro condito con olio e spezie Merenda: infuso di limone con zenzero o curcuma.

Cena: una porzione di carne bianca condito con olio e spezie con una porzione di verdura condita con limone.

Post cena: cioccolato extradark dal 75% in poi.

E’ consigliabile integrare con amminoacidi essenziali per favorire la genesi di nuovi mitocondri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nota bene: Questi sono consigli generali per aumentare le difese immunitarie, nulla di sostituibile con le attuali cure specifiche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

Torna su
NapoliToday è in caricamento