rotate-mobile
Politica Terzigno

Terzigno, il sindaco revoca l'ordinanza. A breve un consiglio comunale straordinario

Lo scorso 14 novembre Domenico Auricchio aveva vietato agli autocompattatori provenienti dai 18 comuni della zona vesuviana di raggiungere la discarica di Cava Sari. Per quell'ordinanza il primo cittadino ha ricevuto ieri un avviso di garanzia

Domenico Auricchio, sindaco di Terzigno, ha revocato l'ordinanza sindacale con la quale, lo scorso 14 novembre, ha vietato agli autocompattatori provenienti dai 18 comuni della zona vesuviana di raggiungere la discarica di cava Sari. È prevista dunque per questo pomeriggio alle 17, nella sede del Comune, un consiglio comunale straordinario durante il quale il primo cittadino del comune vesuviano spiegherà ai suoi cittadini le ragioni della decisione.

Per quell'ordinanza Auricchio ha ricevuto ieri un avviso di garanzia per interruzione di pubblico servizio e pubblicazione di dati allarmanti, emesso dalla Procura di Nola. Analoga ordinanza sindacale era stata emessa anche dal sindaco di Boscoreale Gennaro Langella, poi revocata.

Una informativa è stata trasmessa ai sindaci vesuviani dalla Prefettura di Napoli nella quale il prefetto Andrea De Martino ha invitato gli amministratori dei 18 comuni dell'area a non tenere conto dell'ordinanza emessa da Auricchio in quanto adottata in assenza di certificazioni attestanti una correlazione diretta tra l'inquinamento da metalli pensanti delle falde sottostanti e circostanti Cava Sari e la presenza della discarica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzigno, il sindaco revoca l'ordinanza. A breve un consiglio comunale straordinario

NapoliToday è in caricamento