Sanità, De Luca: "Al Cardarelli la ricreazione è finita"

L'annuncio del Presidente della Regione Campania sulla più importante struttura ospedaliera del Mezzogiorno: "La prossima settimana sarò lì. Se trovo una sola barella, vanno tutti a casa"

Ospedale Cardarelli

"Anche per il Cardarelli, così come per tutta la sanità campana, la ricreazione è finita. Si volta pagina. Butteremo fuori i delinquenti da tutte le parti, non solo quelli che vivono di camorra, ma anche quelli con l'abito blu, che rubano soldi pubblici, moltiplicano i primariati, che fanno la doppia fatturazione, che utilizzano le strutture sanitarie non per dare una mano alla povera gente, ma per fare politica. Tutto questo mondo sarà spazzato via". Così il Presidente della Regione Vincenzo De Luca ha parlato dell'Ospedale Cardarelli e della situazione della sanità in Campania, rispondendo alle domande dei cronisti a margine della conferenza stampa dedicata alle Universiadi.

"Abbiamo una sfida impegnativa - ha proseguito il Governatore - tentare di chiudere la fase del commissariamento entro un anno, ma perchè questo avvenga dobbiamo essere adeguati su tanti obiettivi rispetto ai quali siamo sotto zero. Io sono molto fiducioso, perchè i segnali che arrivano sono incoraggianti. La prossima settimana sarò proprio al Cardarelli: avevamo dato due mesi di tempo per eliminare tutte le barelle dai corridoi. Se trovo una sola barella, il giorno dopo se ne andranno a casa tutti: commissario, vice e amministrativi. Cominciamo a fare sul serio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento