menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigili senza contratto, ricoverato un manifestante

Uno dei sei vigili urbani in presidio permanente da sei giorni davanti al municipio di Sant'Anastasia per protestare contro il mancato rinnovo del contratto scaduto lo scorso 18 gennaio, ha accusato un malore ed è stato portato ospedale di Pollena Trocchia

E' finita in ospedale la protesta di uno dei sei vigili urbani che da giorni manifestano per il mancato rinnovo del contratto di lavoro. L'uomo era in piazza Siano con i colleghi quando ha accusato un malore allo stomaco e poi è svenuto sotto gli occhi dei compagni. Soccorso dagli amici, è stato portato nel vicino ospedale "Apicella" di Pollena Trocchia.

Resterà ricoverato in ospedale per questa notte il vigile urbano di Sant' Anastasia colto da malore nel pomeriggio. "E' il secondo dei nostri, che va in ospedale. Il gelo della notte ci sta uccidendo ma noi non fermeremo la protesta. Vogliamo lavorare". Così i cinque vigili urbani che, dopo aver accompagnato il loro collega nel vicino ospedale di Pollena, sono ritornati in piazza Siano, davanti al Municipio, per continuare il presidio permanente di protesta. I sei vigili precari chiedono il rinnovo del loro contratto a termine, scaduto il 18 gennaio scorso.

I sei vigili hanno effettuato per tre giorni lo sciopero della fame che è stato sospeso dopo la convocazione di un incontro per mercoledì prossimo da parte del prefetto di Napoli. Gli agenti stanno continuando il presidio nonostante il freddo di questi giorni dinanzi alla sede del Municipio, commissariato in seguito alle dimissioni del sindaco. In nottata davanti al portone d' ingresso del Municipio, sconosciuti hanno affisso un manifesto di solidarietà per i sei lavoratori, firmato "cittadini anastasiani".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento