rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Cronaca Caivano / Parco Verde

Terra dei Fuochi, aumenta mortalità per tumore. I Comitati: "I vertici delle Asl di Napoli e Caserta devono dimettersi"

Insorge la cittadinanza attiva dopo i dati diffusi dall'Istituto Superiore della Sanità. Gli attivisti: "Cosa c'è ancora da ricercare e dimostrare, davanti all'evidenza c'è solo da agire. Dimettetevi!"

Durissimi i comitati della Terra dei Fuochi dopo la diffusione dei dati dell'Istituto Superiore della Sanità sull'aumento della mortalità per tumore nelle province di Napoli e Caserta.

Nonostante il repentino tentativo di dietrofront sul nesso tra malattie e inquinamento, ormai il mosaico sembra completo. E la cittadinanza attiva insorge chiedendo ai vertici delle Asl di Napoli (1, 2 E 3) e Caserta di dimettersi.

"Avete sottaciuto, minimizzato e deriso, offrendo agli amministratori di turno, la FOGLIA DI FICO dietro cui nascondersi per giustificare la vostra inerzia e inadempienza rispetto alla devastazione del nostro territorio" scrive in una nota, rivolgendosi proprio ai vertici delle aziende sanitarie locali, il Coordinamento Comitati Fuochi .

"Avete confuso - si legge ancora -, distratto, fuorviato l’opinione pubblica, con la ricerca del nesso di causalità e mentre basterebbe il semplice principio di precauzione.

Ma è pur vero che la vostra nomina e la vostra carriera dipende dagli amministratori di turno, come pure il finanziamento di ricerche e studi, che in 20 anni hanno sperperato risorse economiche senza determinare i dati certi del disastro.

Cosa c’è ancora da ricercare e dimostrare, davanti all’evidenza, in terra dei fuochi della devastazione causata da roghi tossici ed esposizioni a sostanze cancerogene "sversate" e/o "intombate" nei nostri terreni?
Niente … C’è solo da agire!! Dimettetevi!".

I DATI E LA RICHIESTA DI DIMISSIONI: "Se non bastassero i numeri degli “allarmisti” e “suggestionabili” tecnici dell’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’ - scrive ancora il Coordinamento - a produrre in voi uno SPONTANEO ed estremo atto di orgoglio, che vi porti dimissioni, vi ribadiamo che noi non vi vogliamo, siete anche voi i responsabili per gli incarichi avuti di un servizio sanitario campano critico e ultimo, in Italia, per i livelli essenziali di assistenza (LEA) forniti (come certificato della ministero della salute per gli anni 2011 e 2012)

Al presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, che si vanta per il pareggio di bilancio raggiunto in sanità, facciamo i 'complimenti' per i vergognosi livelli di assistenza ai cittadini della sanità campana e per i seguenti numeri:
+ 51% Ricoveri per bambini, nel primo anno di vita, per tutti i tumori nella provincia di Napoli ;
+ 68% Ricoveri per bambini, nel primo anno di vita, per tutti i tumori nella provincia di Caserta ;
+ 10% l’eccesso di mortalità, rispetto al resto della regione, per gli uomini provincia napoli;
+ 13% l’eccesso di mortalità, rispetto al resto della regione, per le donne provincia napoli;
+ 4% l’eccesso di mortalità, rispetto al resto della regione, per gli uomini provincia caserta;
+ 6% l’eccesso di mortalità, rispetto al resto della regione, per le donne provincia caserta;

L'enorme aumento dei casi di ricovero dei bambini è ignobile, come ignobile è il fatto che sia stato consentito senza lanciare immediatamente un allarme e delle verifiche

DIMETTETEVI, la nostra pazienza è finita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terra dei Fuochi, aumenta mortalità per tumore. I Comitati: "I vertici delle Asl di Napoli e Caserta devono dimettersi"

NapoliToday è in caricamento