Tassisti abusivi con "reddito di cittadinanza": la scoperta della Gdf

I soggetti fermati, risultati completamente sconosciuti al Fisco, sono stati altresì segnalati all’I.N.P.S. poiché facenti parte di nuclei familiari percettori del “reddito di cittadinanza”

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nel corso di distinti interventi, ha individuato, nei pressi della Stazione e del centro storico cittadino, 4 tassisti che esercitavano l’attività abusivamente e con autovetture in pessime condizioni. 

In particolare i Baschi Verdi del Gruppo Pronto Impiego hanno riscontrato che gli stessi si servivano di vecchie e malfunzionanti Fiat Multipla prive di copertura assicurativa e con revisioni scadute da anni

In un caso il conducente aveva persino la patente revocata dal 2010, perché sottoposto ad una misura di prevenzione amministrativa emessa dal Questore. 

I soggetti fermati, risultati completamente sconosciuti al Fisco, sono stati altresì segnalati all’I.N.P.S. poiché facenti parte di nuclei familiari percettori del cd. “reddito di cittadinanza”. 

Gli autoveicoli sono stati sottoposti a sequestro per la successiva confisca, previa contestazione delle sanzioni amministrative previste dal Codice della Strada, che variano da un minimo di 2.000 ad un massimo di 7.000 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento