menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi sequestro beni, di nuovo coinvolta la moglie del boss Setola

Contanti e orologi per un valore di oltre 100mila euro già sequestrati a Stefania Martinelli il 24 febbraio scorso, ma dissequestrati dal tribunale del Riesame che aveva dichiarato inefficace il provvedimento

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta hanno nuovamente sequestrato a Stefania Martinelli, moglie di Giuseppe Setola, capo dell'ala stragista dei Casalesi detenuto nel carcere di Opera di Milano dove sta scontando l'ergastolo, una serie di beni tra cui 9.300 euro in contanti e sei orologi, dei quali quattro Rolex, un Breguet ed un Bulova.

Il valore: oltre 100mila euro già sequestrati alla moglie del boss con l'accusa di ricettazione, nel corso di una perquisizione disposta dalla Dda di Napoli il 24 febbraio scorso, ma dissequestrati dal tribunale del Riesame, che aveva dichiarato inefficace il provvedimento.


Successivi approfondimenti investigativi - è spiegato in una nota - hanno consentito di accertare che gli orologi, i preziosi ed il denaro costituivano il reimpiego del danaro provento di attività illecite poste in essere dal marito della donna, prima componente e, poi reggente della fazione dei Casalesi capeggiata da Francesco Bidognetti detto 'Cicciotte e mezanotte', capo storico della cosca, anche lui in carcere con condanna all'ergastolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid in Campania: bollettino vaccinazioni aggiornato all'11 aprile

  • Cronaca

    Presunta depressione da Covid: Rita muore a 27 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento