Strage del Raganello, il capo della Protezione Civile: "Tragedia evitabile"

A Ischia per le manifestazioni a un anno dal terremoto, Angelo Borrelli, capo Dipartimento della Protezione Civile, ricorda che "in quelle zone sussisteva allerta gialla. Con l'allerta gialla ci possono essere i morti"

Durante il consiglio comunale di Casamicciola Terme, dove è presente per le manifestazioni a un anno dal terremoto di Ischia, Angelo Borrelli, il capo Dipartimento della Protezione Civile, ha commentato la tragedia del torrente Raganello nel parco del Pollino, provincia di Cosenza. Una esondazione improvvisa che è costata finora la vita a 10 persone (tre vittime napoletane, una coppia di Qualiano e una donna di Torre del Greco). 

"In quelle zone sussisteva allerta gialla", ha detto Borrelli. "Ricordo a tutti che con l'allerta gialla ci possono essere morti. In qualche modo, l'evento era prevedibile", ha ammesso il capo Dipartimento della Protezione Civile. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

Torna su
NapoliToday è in caricamento