menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro: le proteste si spostano dal porto alla Questura

I disoccupati della protesta di stamattina lasciano il porto e si recano davanti alla Questura

La protesta iniziata stamattina a Porta di Massa è volta al termine. I lavoratori stavano manifestando per ottenere lo sblocco di fondi destinati al progetto Bros e si erano gettati in acqua con dei simpatici salvagenti.

Questo ha provocato durante la mattinata numerosi disagi soprattutto ai traghetti, che non hanno avuto la possibilità di partire. Ora la protesta è volta al termine e le corse per le isole sono tornate regolari. Tuttavia i lavoratori non sono tornati a casa, anzi. Si sono trasferiti davanti alla Questura di Napoli dove un gruppo di loro è stato condotto per procedere all'identificazione.

Dopo i controlli della polizia, due leader dei disoccupati, i cui nominativi ancora non sono noti, protagonisti del blocco dei traghetti per le isole del golfo, sono stati arrestati. Hanno lasciato poco fa gli uffici della Questura, invece, gli altri 25 aderenti al "Movimento unitario di lotta per il lavoro". Al Museo diocesano, in Largo Donnaregina, intanto sta proseguendo il presidio di un centinaio di manifestanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento