Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca San giorgio a cremano

Omicidio San Giorgio, il sindaco Zinno: "Camorra male da estirpare"

Il primo cittadino sull'uccisione del fratello di un pentito di camorra

"Cari concittadini nella mattinata di oggi è stato ucciso in città un pregiudicato, fratello di un pentito di camorra. Sono immediatamente intervenuti i poliziotti del locale commissariato, guidati del vicequestore Pasquale Toscano, che hanno messo in sicurezza l’area. Sembra si tratti di un regolamento di conti in ambito camorristico, legato a dinamiche che ovviamente ad ora sono al vaglio degli inquirenti". Così il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, ha commentato l'omicidio avvenuto oggi nel comune alle porte di Napoli di un pregiudicato, Raffaele Gallo, fratello di un pentito di camorra.

"La criminalità organizzata è una piaga che le istituzioni combattono incessantemente su larga parte del territorio nazionale e che, stavolta, ha agito nella nostra città. La camorra è un male da estirpare ed anche stavolta siamo pronti a fare la nostra parte: abbiamo immediatamente messo a disposizione della Polizia di Stato le immagini del nostro sistema di videosorveglianza. Abbiamo totale fiducia nell’operato dell’autorità giudiziaria e negli inquirenti che sapranno far luce su quanto accaduto, assicurando alla giustizia i responsabili del raid. Ogni altra parola sarebbe superflua e saprebbe di strumentalizzazione politica. Anche stavolta, la nostra comunità si mostrerà unita contro un nemico più grande", ha concluso Zinno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio San Giorgio, il sindaco Zinno: "Camorra male da estirpare"

NapoliToday è in caricamento