rotate-mobile
Cronaca

La morte del consigliere Ruotolo finisce in procura: presentato un esposto

Rifondazione comunista ha chiesto alla procura di Napoli di indagare sui ritardi nelle cure

La morte del militante comunista Francesco Ruotolo, stroncato dal Covid, finisce in procura. Il partito di cui faceva parte ha deciso di sottoporre un esposto all'attenzione della procura di Napoli. Secondo gli scriventi sono diverse le anomalie che si sono verificate nell'assistenza di Ruotolo che meritano l'attenzione dei magistrati. 

L'esposto di Rifondazione Comunista 

“La Federazione Provinciale napoletana del Partito della Rifondazione Comunista comunica che in data odierna è stato inviato un esposto alla Procura della Repubblica sui ritardi verificatisi nelle cure domiciliari e nel ricovero del proprio dirigente Francesco Ruotolo, splendida figura sempre a disposizione della Napoli delle classi subalterne, a partire dal suo Rione Sanità, morto per Covid19 all'ospedale Cardarelli.

Quanto accaduto al nostro compagno - con soccorsi chiamati che non arrivano, ritardi nella comunicazione all'ASL competente della sua positività al coronavirus e molto altro - è, purtroppo, parte di una casistica non isolata negli ospedali della nostra città e della nostra Regione. Pertanto l'iniziativa intrapresa, d'intesa con la famiglia del nostro compagno, di coinvolgere la magistratura, è stata messa in essere soprattutto per evitare che casi simili si continuino a ripetere”. Questo il comunicato della dirigenza del partito. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La morte del consigliere Ruotolo finisce in procura: presentato un esposto

NapoliToday è in caricamento