Imputato per frode all'assicurazione: assolto sessantenne napoletano

L'uomo, imputato per fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona, reiterata nel tempo, è stato assolto perché il fatto non sussiste

Assolto perché il fatto non sussiste: questa la decisione del Tribunale di Napoli Nord all'esito del processo a carico di L. M., sessantenne di Napoli, imputato per fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona, reiterata nel tempo, in quanto al fine di ottenere consistenti vantaggi nel pagamento di un di un premio inferiore stipulava contratti di assicurazione RCA, con decorrenza marzo 2017 al marzo 2018, presentando documentazione falsa. 

La Procura aveva chiesto 5 anni di reclusione a termine della sua requisitoria.  Al termine dell'arringa del suo Difensore, la lettura del dispositivo che ha assolto l'imputato. L'uomo è stato difeso dall'Avv. Massimo Viscusi, del foro di Benevento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

Torna su
NapoliToday è in caricamento