rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Prodotti informatici, scoperta maxi frode fiscale dalla Guardia di Finanza

78 le società coinvolte, di cui 2 qualificate quali "cartiere" ed altre 76 attive nei settori del commercio di prodotti di consumo informatici, dislocate in molte regioni d'Italia, tra cui la Campania

La Guardia di Finanza di Ascoli Piceno ha scoperto una maxi frode fiscale da centinaia di milioni di euro nel settore del commercio di prodotti informatici.

Sottratta all’Erario una massa impositiva pari a 396 milioni di euro di ricavi, 109 milioni di euro ai fini dell’I.R.A.P. (Imposta Regionale sulle Attività Produttive), 8,5 milioni di euro di costi indebitamente detratti, 1,5 milioni di euro di ritenute non operate e/o non versate, in aggiunta alle correlate violazioni all’I.V.A. per 147 milioni di euro.

78 le società coinvolte, di cui 2 qualificate quali “cartiere” ed altre 76 attive nei settori del commercio di prodotti di consumo informatici, dislocate in Campania, Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo, Puglia, Calabria e Sicilia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prodotti informatici, scoperta maxi frode fiscale dalla Guardia di Finanza

NapoliToday è in caricamento