Scomparsi in Messico, l'avvocato della famiglia: “Gli uomini armati in foto sono contadini”

Così Luigi Ferrandino: “Ho accertato che si tratta di contadini: girano armati per non subire furti”. Il riferimento è alle immagini diffuse dai media messicani

Frame dalla tv messicana Las Estrellas

“Sono contadini gli uomini armati fotografati con i tre napoletani scomparsi in Messico”. Parole di Luigi Ferrandino, legale della famiglia dei tre scomparsi lo scorso 31 gennaio: Raffaele Russo, suo figlio Antonio e suo nipote Vincenzo Cimmino.

Il riferimento è alle immagini diffuse dai media messicani – in cui i tre sono ritratti insieme ad alcune persone armate – che paventavano l’ipotesi si potesse trattare di affiliati alla criminalità del posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

De Magistris: "Alfano incontrerà i familiari degli scomparsi"

Le immagini sono al vaglio della stessa procura di Jalisco che sta indagando sul caso. “Con l’aiuto di fidati collaboratori che ho in Messico – ha detto ancora Ferrandino – ho accertato che si tratta di contadini: girano armati per non subire furti, per difendersi dai briganti. Il governo messicano, tra l’altro, finora non si è pronunciato sull’identità di queste persone”.

Le immagini diffuse dalla tv messicana

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Nuovi focolai in Campania: isolata la palazzina della donna incinta e positiva

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

  • De Luca: “L'epidemia è dietro l'angolo. Noto un pericoloso rilassamento”

Torna su
NapoliToday è in caricamento