Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Festa Coppa Italia, Borrelli: "Chi doveva garantire l'ordine se ne è fregato"

Il consigliere Borrelli: "Lo sapevano tutti che se avesse vinto il Napoli si sarebbe scatenato l'ira di Dio. Forse qualcuno dovrebbe andare in Burundi a vedere come si organizza l'ordine pubblico"

Francesco Emilio Borrelli, consigliere dei Verdi in Regione Campania, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, su Radio Cusano Campus, ha commentato i festeggiamenti dei tifosi del Napoli dopo la finale di Coppa Italia. “E’ successo ciò che era prevedibilissimo, cioè che se avesse vinto il Napoli sarebbe successo l’ira di Dio", ha detto Borrelli. "Hanno scoperto quello che succede da 100 anni a questa parte, complimenti. Al di là degli atti di delinquenza e vandalismo, le responsabilità andrebbero individuate in Prefettura. Bisognerebbe dirgli: andate nel Burundi a imparare come si organizza l’ordine pubblico. Non è stata fatta neanche una comunicazione ai cittadini, ad esempio: se per caso vincesse il Napoli non uscite di casa. Se ne sono ampiamente fregati. C’era però uno schieramento di forze allo stadio San Paolo, forse perché molti volevano vedere la partita. Io avevo suggerito, come si è fatto a Modena per il concerto di Vasco Rossi, di proteggere i monumenti, specie quelli più a rischio di atti vandalici. Salvini? L’unico che non doveva parlare di questa vicenda è lui che ha organizzato addirittura manifestazioni. Doveva risparmiarsi attacchi a De Luca che in questo caso specifico non poteva fare nulla, però stiamo in campagna elettorale e lo si è tirato in mezzo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa Coppa Italia, Borrelli: "Chi doveva garantire l'ordine se ne è fregato"

NapoliToday è in caricamento