Coronavirus, peggiora la situazione nel vesuviano

La maglia nera è Torre del Greco con sette casi accertati

Aumentano i casi di Coronavirus nel vesuviano. Alcuni casi riscontrati nei giorni scorsi stanno facendo da effetto domino rispetto a persone che sono entrate in contatto con loro e che sono risultate positive ai tamponi effettuati all'ospedale Cotugno. La situazione più preoccupante riguarda la città di Torre del Greco dove ci sono sette casi positivi che potrebbero essere tutti riconducibili all'insegnante della Don Bosco-D'Assisi, residente a Striano, risultata positiva al Covid-19 lo scorso martedì. 

Tutti gli aggiornamenti sul Coronavirus 

La diffusione intorno a Torre del Greco

Un caso preoccupante è stato riscontrato all'ospedale di Boscotrecase. Anche a Trecase si registra un caso. Un suo collega di San Valentino Torio, sempre risultato positivo, sembra già essere sulla via della guarigione. Diverse le misure restrittive avviate nelle città coinvolte con decine di persone in quarantena fiduciaria e non si esclude che nelle prossime ore il virus possa esprimere il picco massimo di contagio.

La situazione in tutta la Campania 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

Torna su
NapoliToday è in caricamento