"Non ci piaceva la sua faccia, così gli abbiamo rotto il naso": parla la baby gang della metropolitana

Il racconto dei due indagati per il pestaggio del 16enne che si trovava nei pressi della metro del Policlinico: "Gli abbiamo lanciato un panino addosso ma non reagiva. Così l'abbiamo seguito". Spuntano due complici

(metropolitana linea 1-uscita Policlinico / foto Ansa)

Hanno confessato i due minori indagati per le lesioni al 16enne avvenuto nello scorso fine settimana nei pressi della fermata della metropolitana Policlinico. Il ragazzo ha ricevuto due pugni in pieno volto e ha riportato la frattura del setto nasale, poi ridotta chirurgicamente in ospedale. I due (C.M. e G.S.O.R) che hanno fisicamente aggredito il ragazzo fanno parte di una banda di minorenni: "Non ci piaceva la sua faccia, per questo lo abbiamo pestato. Prima gli abbiamo lanciato un panino addosso, ma non ha reagito, così gli abbiamo rotto il naso": questo il racconto della violenza immotivata, riportato da Repubblica. Emerge anche la dinamica dei fatti: il pugno al volto è stato G.S.O.R. mentre il più giovane del gruppo, C.M., lo spalleggiava dopo essersi sfilato dal polso l’orologio in acciaio, con il cinturino collocato a mò di tirapugni, col chiaro intento di essere pronto ad intervenire per arrecare gravi lesioni.      

Nel gruppo degli aggressori sono stati identificati altri due ragazzi: lo annuncia la Questura di Napoli. Gli agenti del Commissariato di Polizia “Arenella”, coordinati dalla Procura della Repubblica, presso il Tribunale dei Minorenni, dopo aver denunciato un quindicenne C.M. ed un sedicenne G.S.O.R., nella serata di ieri, hanno denunciato altri due giovani, entrambi sedicenni, E.V. e G.G., rispettivamente, residenti nel quartiere Chiaiano e nel Comune di Marano di Napoli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

Torna su
NapoliToday è in caricamento