Attore accoltellato, folla ai "baretti" ma nessuno lo ha aiutato

È l'analisi di Francesco Borrelli dei Verdi, che si è recato in visita al ragazzo insieme all'assessore del Comune di Napoli Alessandra Clemente

Baretti di Chiaia

"Ci siamo recati in rappresentanza della Regione presso l'ospedale Loreto Mare per far visita ad Artem Tkachuk, il giovane attore de 'La paranza dei bambini' vittima di un accoltellamento nella notte tra sabato e domenica nella zona dei 'baretti' di Chiaia". Così il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.
"Era presente anche l'assessore alla Politiche giovanili del Comune di Napoli Alessandra Clemente – ha proseguito il consigliere – a testimoniare la vicinanza delle istituzioni al ragazzo".

Baretti Chiaia, accoltellato Artem Tkachuk

"Artem ci ha raccontato di essere stato avvicinato da un gruppo di dieci ragazzini che lo ha aggredito intorno alle due di notte. Fortunatamente il fendente non lo ha ferito gravemente. Sarebbero bastati pochi centimetri per intaccare degli organi vitali. Il giovane attore, già dimesso, si è complimentato con il personale dell'ospedale per la celerità e l'efficacia delle cure". "Dal suo raccolto – va avanti l'esponente dei Verdi – è emerso un particolare che deve far riflettere: nonostante la zona fosse piena di gente, nessuno si è avvicinato per aiutarlo. Un ulteriore segnale inquietante della deriva della movida napoletana".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vittima: "A Napoli troppa ignoranza tra i ragazzi"

"Riponiamo la massima fiducia nel lavoro delle forze dell'ordine e auspichiamo che i responsabili di questa vergognosa aggressione possano essere identificati e puniti quanto prima. Oramai i 'baretti' sono diventati un'area pericolosa – conclude Borrelli – Una spirale di decadenza che in pochi anni ha ridotto un luogo del salotto buono di Napoli in un Far West. Torniamo a ribadire che occorre una maggiore presenza dello Stato in quella zona che, dopo una certa ora, diventa terra di nessuno. Proporremo l'inserimento del quadrilatero tra via Cavallerizza, via Carlo Poerio, piazza Dei Martiri e via Fiorelli nel piano di videosorveglianza della Regione Campania".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Torna l'ora solare: lancette indietro di un'ora

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento