menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Azienda fallisce, frodano i creditori trasferendo beni e personale in nuova società: arrestati

Le indagini sono state svolte dai finanzieri del Gruppo di Frattamaggiore, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Napoli

Tre persone sono state ieri arrestate e sottoposte ai domiciliari dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli. Contestualmente, sono stati sottoposti a sequestro i conti correnti riconducibili a due amministratori (definiti “di fatto”) di una società di abbigliamento dichiarata fallita nel 2017.

Le indagini sono state svolte dai finanzieri del Gruppo di Frattamaggiore, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Napoli. I tre sottoposti ai domiciliari avrebbero fraudolentemente trasferito, in danno ai creditori, la totalità dei beni da un'azienda fallita ad una costituita per operare nello stesso settore. La società fallita aveva, di fatto, proseguito la medesima attività attraverso una seconda impresa che operava negli stessi locali della prima, con lo stesso personale dipendente e gli stessi macchinari.

Inoltre, attraverso l’analisi delle movimentazioni bancarie, gli inquirenti hanno accertato atti di sottrazione del patrimonio sociale a favore dei gestori di fatto e dei rispettivi nuclei familiari, questo anche prima del fallimento. Il totale delle somme sottratte ammonterebbe a 200mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento