menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ostreopsis ovata

Ostreopsis ovata

L'alga che fa paura: stop alla pesca di ricci e cozze

Ordinanza del sindaco per la presenza della "Ostreopsis ovata". Vietata la raccolta di molluschi e crostacei presso le località Gaiola, Rocce Verdi e Nisida, Sonsigliati anche i bagni

Un'estate difficile, e non certo per il caldo. Stop infatti alla raccolta di ricci di mare, molluschi e crostacei, anche per autoconsumo, presso le località Gaiola, Rocce Verdi e Nisida.

La presenza di un'alga tossica è stata confermata e così ecco scattare un'ordinanza sindacale, nell'ambito del piano per la gestione del "rischio derivante dalla diffusione della ostreopsis ovata".


Meglio evitare anche l'esposizione sulla riva visto che con vento forte e mare mosso l'alga potrebbe spingersi verso la costa. È vietato inoltre immergersi nelle acque dove è visibile l'ostreopsis ovata, riconoscibile per sue chiazze giallastre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento