rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Gli sposi hanno il Covid, a Villa Diamante banchetto nuziale in streaming

A due giorni dalla festa Maria e Marco hanno contratto il Covid ma, di concordo con lo staff di Villa Diamante, hanno organizzato un matrimonio anticonvenzionale

Un ricevimento nuziale a tutti gli effetti con festa, buffet, abiti eleganti e tutto quanto caratterizza il giorno più importante nella vita di una coppia. Solo che gli sposi non c'erano, o meglio erano presenti in streaming. Un matrimonio anticonvenzionale quello andato in scena a Villa Diamante. 

Protagonisti Maria e Marco, bloccati in casa a causa del Covid-19. La coppia si era già sposata con rito civile nel 2021, durante il lockdown, e avrebbe dovuto condividere il ricevimento con familiari, amici e parenti nell'incantevole cornice di Villa Diamante, a Napoli. Purtroppo, il Covid-19 ci ha messo lo zampino. A pochi giorni dal fatidico evento il tampone ha dato esito positivo, dopo un iniziale momento di smarrimento, Marco e Maria con ironia e creatività hanno deciso di non rinunciare alla festa e, di concordo con lo staff della Villa, hanno deciso di celebrare un matrimonio 3.0.

“Dopo aver già rinviato per due volte il ricevimento delle nostre nozze, quel tampone positivo due giorni prima della data, è stato un vero colpo.” Commenta Marco, lo sposo “ma le nostre famiglie, gli amici e lo staff della Villa ci hanno dato il coraggio di andare avanti lo stesso. Gennaro, Rosario, Mary, Gianmarco, Mario, hanno seguito passo passo tutte le evoluzioni di una cerimonia un po’ assurda, e quella sera al fianco dei nostri fratelli l’hanno resa possibile.”

Lo staff di Villa Diamante ha, infatti, pianificato ogni dettaglio per creare un'atmosfera conviviale e festosa che tenesse vivo il rapporto, seppur virtuale tra gli ospiti e la coppia. Un grande schermo posto al centro della Sala Diamante ha permesso l'interazione continua tra gli invitati e gli sposi, i quali hanno hanno avuto modo di degustare le stesse portate grazie al servizio delivery della Villa. 

“Abbiamo cenato con gli ospiti, godendoci le stesse portate che lo staff ci ha fatto arrivare a casa” aggiunge la sposa, Maria “ci hanno tenuti in collegamento costante con la sala, abbiamo addirittura potuto fare il tradizionale giro dei tavoli per un saluto e un abbraccio virtuale a tutti i nostri ospiti, grazie a un pc portatile. La nostra principale preoccupazione era il contagio e le settimane successive abbiamo sentito i nostri ospiti per assicurarci che fosse andato tutto bene, ma a ogni telefonata o messaggio abbiamo ricevuto continui complimenti per una festa di nozze eccezionale, in cui la nostra presenza è stata sentita nonostante tutto. Di questo dobbiamo ringraziare davvero Villa Diamante.”

Così mentre c’è chi annulla o posticipa il proprio wedding-day a causa del Covid, c’è invece chi sceglie di sposarsi nonostante tutto, grazie a un po’ di entusiasmo e intraprendenza, la giusta tecnologia e soprattutto un team di professionisti pronto a risolvere anche gli ostacoli apparentemente insormontabili. 

"Il Covid-19 è un'infezione con la quale abbiamo imparato a conviverci - dichiara lo staff di Villa Diamante - Ha fermato il mondo del wedding e degli eventi per circa due anni, ma adesso dobbiamo essere pronti a rispondere tempestivamente di fronte ad ogni avversità. Nessuno di noi avrebbe immaginato di dare forma ad un matrimonio 3.0, ma nel nostro mestiere è importante adattarsi all'evolversi delle situazioni, anche le più difficili. Per noi è stata una bella sfida, ma a giudicare dal volto dei nostri ospiti siamo riusciti a realizzare un evento anticonvenzionale sempre nel segno del divertimento e della massima organizzazione. Ma soprattutto abbiamo lanciato un messaggio: l'amore vince su tutto anche sul Covid-19".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli sposi hanno il Covid, a Villa Diamante banchetto nuziale in streaming

NapoliToday è in caricamento