rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità

San Gregorio Armeno festeggia San Gaetano con una mostra

Per onorare il Santo, gli artigiani, a partire da sabato 7 agosto, esporranno nelle loro botteghe divinità greche e opere che riconducono alle antiche tradizioni greche

Il 7 Agosto è il giorno in cui si celebra San Gaetano, inventore del presepio napoletano che raggruppò in esso, oltre alla Natività, che rappresenta il Cristianesimo, anche altre figure, come la zingara, gli arabi musulmani eccetera. Nel segno dell’unità dei popoli, gli artigiani di San Gregorio Armeno, il 7 Agosto, per festeggiare il Santo, esporranno nelle loro botteghe divinità greche e opere che riconducono alle antiche tradizioni greche. I greci sono stati, infatti, i fondatori della antica Neapolis, ed è per questo che quest'anno, l’edizione, sarà dedicata a loro, l’anno prossimo, invece, sarà organizzata in onore all’antico Impero Romano, proseguendo così il percorso temporale delle origini storico-culturali di Napoli.

La mostra sarà inaugurata sabato 7 agosto, alle ore 12.00, davanti alla bottega di Lucio Ferrigno, in via San Gregorio Armeno 23, e durerà per tutta la settimana successiva. All'esterno della bottega di Lucio Ferrigno potrete ammirare statuette rappresentanti le antiche figure mitologiche greche: la Partenope (sirena), il Ciclope Polifemo (figlio di Poseidone e di Toosa), Odisseo (uno dei più celebri eroi greci), Poseidone (il dio del mare, dei terremoti e dei maremoti), Eolo (il re dei venti), Penelope (moglie di Ulisse e dea protettrice), Atena (dea greca della sapienza, delle arti e della guerra), Baubo (sposa di Disaule, un'antica divinità, definita dea dell'oscenità) e infine Medusa (mutata in mostro dalla dea Atena, come punizione perché quest'ultima aveva osato competere con lei in bellezza). All’esterno della Bottega Vucai, potrete, invece, osservare un bassorilievo che raffigura una canefora di Demetra risalente al VII secolo a.C. legata ai Misteri Eleusini, ovvero i riti religiosi mistici di origine greca. Infine, all'interno delle altre botteghe, troverete creazioni provenienti da simbologie dell’antica Grecia, come il famoso corno portafortuna che deve le sue origini alle antiche raffigurazioni del fallo del Dio Priapo, protettore della fecondità, della natura, e custode di orti e giardini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Gregorio Armeno festeggia San Gaetano con una mostra

NapoliToday è in caricamento