Pomigliano via ex aereoporto

Fiat Pomigliano: si prolunga la cassa integrazione, i pareri della politica

Maurizio Landini, segretario generale: "Mi auguro che Marchionne adesso si faccia consigliare da qualcuno che non sia quello che gli ha consigliato di cancellare la Fiom ed i diritti dei lavoratori in Italia"

Fiat

Si ferma di nuovo la fabbrica Fiat di Pomigliano, dove si produce la nuova Panda: dopo lo stop già previsto da lunedi' 29 ottobre al 12 novembre, oltre duemila lavoratori andranno di nuovo in cassa integrazione dal 26 novembre al 9 dicembre.

In attesa del cda di martedì sui conti del terzo trimestre della Spa e dell'incontro in serata con i sindacati, il Lingotto continua a far fronte alle difficoltà con il ricorso alla cassa integrazione. Tutte le fabbriche Fiat sono in crisi, ma Pomigliano è al centro dell'attenzione. La Fiom avvierà una raccolta firme in contrapposizione a quella avviata da alcuni lavoratori della newco, i quali temono che l'assunzione di 145 iscritti alla Fiom, imposta dal giudice di Roma, possa comportare la loro uscita dalla fabbrica.

''Mi auguro che Marchionne adesso si faccia consigliare da qualcuno che non sia quello che gli ha consigliato di cancellare la Fiom ed i diritti dei lavoratori in Italia, perchè non ci riescono. Prevalga il buon senso e la Fiat comprenda che lo scontro non porterà da nessuna parte'', afferma il segretario generale Maurizio Landini. Per il leader della Fiom, ''la comunicazione di Fiat di nuova cig per la newco di Pomigliano, conferma solo che è possibile far rientrare tutti al lavoro e ragionare sugli ammortizzatori sociali''.

Il segretario generale della Uilm Campania, Giovanni Sgambati, osserva che la nuova cassa integrazione a Pomigliano ''è la conferma della crisi del mercato dell'auto, non solo in Italia ma in tutta Europa, dove sono state previste misure ancora più drastiche di quelle che colpiscono i nostri lavoratori''. Susanna Camusso, numero uno della Cgil, ricorda che laddove ''i prodotti, la ricerca, gli investimenti ci sono, gli accordi per risolvere i problemi li ha fatti, eccome''. E aggiunge: ''sulla barca del modello Fiat di Sergio Marchionne non si può proprio stare''. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat Pomigliano: si prolunga la cassa integrazione, i pareri della politica

NapoliToday è in caricamento