menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Napoli-Utrecht, le parole dei protagonisti

All'interno le dichiarazioni di Mazzarri, Cannavaro, Hamsik e del tecnico olandese Du Chatinier

 Le dichiarazioni dei protagonisti di Napoli-Utrecht:

Mazzarri: "Sono deluso quando la squadra non gioca come sa. I tifosi sono abituati a vedere il Napoli esprimersi in un certo modo. Una giornata storta ci sta, le partite internazionali sono difficili e imprevedibili. Abbiamo limitato i danni anche se nel finale potevamo vincere. Abbiamo commesso tante leggerezze che potevamo essere beffati. Non aver perso è già un traguardo. Abbiamo ancora speranze di passare il turno.Qualche scusante c'è. I rimbalzi erano irregolari, ma è un motivo talmente banale che non ne voglio parlare. I nuovi non si sono ancora inseriti. La prima qualità che si perde, quando una squadra gioca ogni tre giorni e non si può lavorare sulla forza esplosiva, è proprio la brillantezza. Questa esperienza in Europa ci farà bene. Bisogna guardare al futuro con serenità e tranquillità. Giusti i fischi dei tifosi quando non si gioca bene come stasera. Ringrazio comunque il pubblico che ci ha sostenuto per tutta la partita".

Cannavaro: "Capisco i fischi del San Paolo, è giusto così quando la prestazione non è positiva. Sicuramente c'è un pizzico di delusione per come era finita la scorsa stagione e per come è cominciata la nuova. Facciamo tesoro degli errori e ripartiamo. I tifosi sono stati esemplari. Ci hanno sostenuto ed hanno raccolto l'appello di rispettare le norme Uefa. Avremmo voluto vincere soprattutto per loro, per regalare al San Paolo il primo successo europeo. Ma è l'inizio e possiamo solo migliorare. Adesso pensiamo alla Sampdoria, ci aspetta un match difficilissimo che affronteremo con grande determinazione".

Hamsik: "Purtroppo non siamo riusciti a sbloccare la partita nonostante abbiamo creato un paio di buone occasioni chiare da gol. Di fronte avevamo un avversaro ben messo e duro da superare. Siamo dispiaciuti di non aver vinto ma anche consapevoli che la squadra sta bene e che la condizione generale crescerà. Con lo Steaua bisogna per forza vincere, ma non sarà facile perchè la loro tifoseria è calorosa quanto quella azzurra. I tifosi vorrebbero vincere sempre, e d'altra parte anche noi. Capisco i fischi, ma anche se noi ce la mettiamo tutta non sempre si riesce a vincere. La condizione non ci manca, credo che abbiamo giocato bene ma non abbiamo avuto occasioni pulite.Accettiamo questo risultato e guardiamo avanti. Il gruppo è forte e sappiamo che presto ci esprimeremo al massimo".

Du Chatinier (all.Utrecht): "Abbiamo studiato il Napoli, sapevamo dove avrebbe potuto metterci in difficoltà. Siamo stati bravi a bloccare tutte le loro fonti di gioco. Nel primo tempo ci ha creato un po’ di problemi Sosa, che giocava tra le linee, ma le occasioni per segnare le abbiamo avute noi. Anche nella ripresa avremmo potuto sfruttare meglio le chances in contropiede, ma in fondo un pareggio va bene. Sarà una bella lotta tra noi ed il Napoli per il secondo posto, la Steaua è zeppa di giovani, non credo abbia le carte in regola per qualificarsi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento