menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al San Paolo è festa a metà: Napoli-Liverpool finisce a reti bianche

Nonostante il tutto esaurito sugli spalti dell'impianto di Fuorigrotta, gli azzurri non riescono ad andare aldilà di uno scialbo pareggio contro gli inglesi. Ancora rimandato l'appuntamento con la prima vittoria nel girone di Europa League

Una festa senza la torta finale. Così potremmo definire la serata del San Paolo, nella quale il Napoli non riesce ad andare aldilà dello 0-0 nell'attesissimo incontro di Europa League contro il Liverpool. Eppure il tecnico dei Reds Roy Hogdson le aveva provate tutte per agevolare il compito agli azzurri, lasciando a casa Gerrard e Torres e facendo partire dalla panchina Joe Cole e Maxi Rodriguez, ma neanche le scelte suicide dell'ex trainer interista sono bastate e alla fine i sogni partenopei si sono infranti contro la muraglia umana issata dagli inglesi a protezione del portiere Reina. La manovra azzurra risulta lenta sin dalle prime battute ed il Liverpool si trova a meraviglia nell'aspettare le mosse del Napoli, senza spendere troppe energie in vista del campionato, dove i Reds si trovano in fondo alla classifica. L'unico binario a funzionare è l'asse Dossena-Lavezzi sulla sinistra, ma di occasioni non ne arrivano per quasi tutta la prima frazione. Proprio prima di andare negli spogliatoi, i 60000 del San Paolo gridano al gol, ma la palla colpita da Hamsik viene salvata sulla linea di porta dal terzino del Liverpool Koncesky. La musica non cambia neanche nella ripresa, con Lavezzi che è sempre l'unico a mostrare di avere un pò di birra in corpo nelle fila azzurre. Dopo qualche minuto è Cavani a provarci su imbeccata di Gargano, ma il rasoterra del Matador è debole e Reina blocca in presa bassa. Si sveglia dal letargo anche il Liverpool, ma De Sanctis, mai impegnato fino a quel momento, dice no a Babel, con una respinta ravvicinata di piede. Mazzarri inserisce Zuniga, Yebda e Sosa per Maggio, Gargano e Hamsik, ma la partita scivola via senza ulteriori sussulti, chiudendosi con il classico risultato ad occhiali. La nota positiva è soprattutto il pareggio tra Utrecht e Steaua, che lascia invariata la situazione nel girone K.

Napoli-Liverpool 0-0

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio (31' st Zuniga), Pazienza, Gargano (36' st Yebda), Dossena, Hamsik (40' st Sosa), Lavezzi, Cavani. A disp. Iezzo, Grava, Cribari, Dumitru. All. Mazzarri

Liverpool (4-2-3-1): Reina, Kelly, Carragher (1' st Kyrgiakos), Skrtel, Konchesky (20' st Fabio Aurelio), Poulsen, Spearing, Jovanovic, Shelvey, Babel (32' st J.Cole), Ngog. A disp. Jones, Maxi Rodriguez, Wilson, Ecclestone. All. Hodgson

Arbitro: Kinhofer (Germania)

Note: ammoniti Skrtel e Pazienza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di martedì 6 aprile 2021

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Cento 'mutande' marciano a Chiaia. Federmoda: "Siamo i nuovi poveri"

  • Cronaca

    Covid in Campania: bollettino vaccinazioni aggiornato al 10 aprile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento