rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
social

I cocktail più trendy? Si servono nel cucchiaio

Cosa sono i cocktail molecolari e come trovarli

La cucina molecolare, da tempo, si è affermata e diffusa anche all'ombra del Vesuvio, con la sua capacità di trasformare i cibi ed esaltarne sapori e consistenza senza utilizzare nessun tipo di additivo ma ricorrendo a reazioni chimiche che consentono di raggiungere risultati straordinari per gusto e presentazione. Decisamente nuovi sono invece per noi i drink molecolari di grande tendenza nelle capitali della tendenza, come New York, Parigi e Hong Kong. 

Si tratta di un’esperienza multisensoriale che inizia dalla vista: la preparazione, infatti, richiede velocità, precisione ed altissima specializzazione. A preparare i drink molecolari sono bar-chef esperti di molecular mixology, qualcosa a metà tra uno scienziato e un mago del sapore,che armati di provette e    siringhe creano globuli gelatinosi coloratissimi per poi servirli in cucchiai-monoporzione. 

cocktail molecolari (Foto Alessandra De Cristofaro - NapoliToday)

Come si prepara un cocktail molecolare

Per preparare un drink molecolare occorrono i consueti ingredienti. Senza che sia utilizzato nessun additivo e nessuna sostanza chimica, ma grazie a sostanze assolutamente naturali come l'Agar-agar, i liquidi vengono gelificati, cioè addensati.

Segue quindi la sferificazione che consente di ottenere globuli di consistenza semi-solida al cui interno viene iniettata, con una siringa,  in forma concentrata, l'essenza del drink. I globuli vengono quindi raffreddati al punto giusto tra nuvole di azoto liquido per essere serviti su cucchiai dalle forme sinuose.

Come si gusta un drink molecolare

Un drink molecolare è la quintessenza del piacere dei sensi: va poggiato delicatamente sulla lingua e poi schiacciato contro il palato. L'effetto è un'esplosione di gusto e sapore.  Decisamente perfetti quelli preparati dai barman-chef itineranti della società campana "DrinkMe", guidati dal beverage planner Roberto Onorati che punta su prodotti capaci di esaltare i profumi e le essenze del nostro territorio: limoncello e melone, per iniziare, ma anche - ovviamente - Spritz.

Allegati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cocktail più trendy? Si servono nel cucchiaio

NapoliToday è in caricamento