Sabato, 16 Ottobre 2021
Scuola Porto

Permane lo stato di crisi della formazione continua in Campania

Incontro FIDEF, ASILS e Federformazione con gli Assessori Lucia Fortini e Armida Filippelli della Regione Campania, sulle problematiche della formazione continua non formale.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Si è tenuto stamani, 16 febbraio, un primo incontro presso la Regione Campania tra i rappresentanti della FIDEF, ASILS e Federformazione e gli assessori dott.ssa Lucia Fortini (Scuola e Politiche sociali) la dott.ssa Armida Filippelli (Formazione professionale). Presenti il dott Luca Paladino presidente della FIDEF, la rappresentante regionale dell ASILS la dottoressa Francesca Romana Memoli e della Federformazione il dott. Silvano Del Duca che hanno evidenziato l importante ruolo svolto dagli Enti gestori dei corsi dell’istruzione non formale, nell’ambito della “formazione continua “ in Campania. "Rringraziamo gli Assessori Lucia Fortini e Armida Filippelli" per aver ricevuto una grande disponibilità di ascolto e dialogo, con i quali si è già deciso di programmare una serie di incontri, in presenza o in videoconferenza, per un confronto concreto sugli interventi che siano di contrasto alla crisi Covid, sulla possibilità di ripresa in presenza dell’attività corsuale e degli esami finali, nonché per una giusta valutazione delle attività corsuali, che rappresentano uno degli asset trainanti della nostra economia". Gli assessori Fortini e Filippelli hanno condiviso l’importanza ed il contributo che detti corsi danno per soddisfare le esigenze territoriali, per l’ampliamento, all’aggiornamento delle conoscenze e delle competenze, erogati nell’ambito del sistema articolato e coerente di lifelong learning, e tesi a garantire le condizioni di apprendimento permanente a tutti i cittadini, di qualsiasi fascia d’età, formazione culturale e condizione occupazionale. I predetti Organismi Associativi, in rappresentanzai degli enti gestori che erogano corsi di lingua, moda, estetica, informatiche, arte, desing ecc., hanno evidenziato che gli Enti si sono dotati di strutture idonee per dette tipologie e che esse vanno preservate e rafforzate, in quanto il settore rappresenta uno dei perni fondamentali su cui basare la risposta a tanti cittadini che intendono acquisire e perfezionare le loro conoscenze, da spendere nel mercato del lavoro e nella vita di ogni giorno. Si è anche discussa sulla possibilità rièrendere, ne rispetto delle norme Covid, l'attività didattica in presenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Permane lo stato di crisi della formazione continua in Campania

NapoliToday è in caricamento